Viaggi del Gusto Magazine

VdG Magazine – i Viaggi del gusto, è un magazine online di approfondimento sul mondo dell’enogastronomia, del turismo, della ristorazione e del Made in Italy nella sua accezione più ampia.

Menù

Ultimi articoli

Gli scampi del Quarnaro, tra i più pregiati dei crostacei

Shares

La Guida gastronomica d’Italia del Touring club datata 1931, quasi una bibbia per chi voglia dedicarsi a scoprire il ventre degli italiani a cavallo tra le due guerre, racconta con dovizia di particolari il prodotto principale dell’allora provincia di Fiume, lo scampo del Quarnaro.

Scampi del Quarnaro – ©Croazia.hr

Porto Albona

Trascorsi novant’anni da quella pubblicazione lo scampo quarnerino continua ad essere una delle risorse ittiche più appetite dell’Adriatico e la cucina croata ne ha saputo sostenere la valorizzazione. Al crostaceo è stato dedicato a Porto Albona (Rabac) un festival. I pescatori del luogo, membri del Gruppo di azione locale nel settore della pesca, confermano che il periodo migliore per la cattura è tra i mesi di maggio e giugno e tra settembre e ottobre. Con orgoglio spiegano che lo scampo è il più pregiato dei crostacei che vivono nel mare antistante la costa.

La regione del Quarnaro – ©Croazia.hr

Pesca agli scampi di Quarnaro

Del resto “gli scampi (Nephrops norvegigus), i piccoli crostacei che sembrano aver concentrato nelle loro carni tutte le più delicate delizie delle aragoste e degli astaci, hanno il loro habitat d’elezione nelle acque del Quarnaro” scriveva senza appello l’estensore del volume del Touring. Aggiungendo qualche riga più sotto che “Al loro confronto non reggono neppure gli scampi del golfo di Napoli, detti mazzacuogni”. Gli scampari pescano solitamente nell’area occidentale del Golfo di Fiume, mentre le barche a strascico hanno a disposizione la zona orientale del Golfo sino alla località vegliota di Malinska. Merce ormai rara, lo scampo quarnerino nelle pescherie fiumane viene esibito da un minimo di 140 ad un massimo di 260 kune (da 19,3 a 35,9 euro), con punte fino a 280 kune (38,6 euro).

Gli scampi in cucina

Gli scampi del Quarnaro sono versatili in cucina e si possono preparare in diverse maniere. Come antipasto, spesso si trovano crudi e marinati con alcune gocce di limone e olio extra vergine d’oliva posti su del pane tostato. Sono presenti anche nei primi piatti come i risotti o nei tradizionali pljukanci o šurlice (pasta al ferretto), che si arricchiscono con la polpa morbida e saporita degli scampi. Ma il piatto principale sono gli scampi alla busara, un guazzetto di pomodori e aromi.

©Croazia.hr

I frutti di mare del Quarnaro

È senz’altro questo il piatto più apprezzato della costa quarnerina. Un’ipotesi avanzata 30 anni fa voleva che, in epoche passate, gli scampi siano arrivati aggrappati alle chiglie delle navi in questa fascia dell’Adriatico. Altri sostengono che la teoria dell’arrivo degli scampi dai mari del sud al porto di Fiume sia solo fantasia. Pare che siano le acque poco profonde a garantire la delicata bontà dello scampo quarnerino, che si distingue per il colore rosso chiaro e il guscio sottile. Un’altra verità indiscutibile è che la cucina della Riviera di Abbazia, Fiume e di tutto il Quarnaro litoraneo si basa sui frutti del mare (come pesce, molluschi e crostacei) abbinati a pasta, frutta e verdure, olive e olio d’oliva, castagne e vino.

Vino e vacanza nel Quarnaro

A proposito di vino, chi passerà qualche giorno di vacanza nel Quarnaro la prossima estate, si prepari ad assaporare uno dei vini bianchi più caratteristici sull’isola di Veglia (Krk), il Vrbnička žlahtina, armonico e sapido. Un’altra isola, Cherso (Cres), tra profumi di salvia selvatica, mirto e ginestra, offre come specialità la carne d’agnello mentre Lussino è nota per i frutti di mare. Qui l’insalata di polpo, calamari e cozze servite con verdure di coltivazione locale è il piatto ideale da ordinare prima di ripartire dal Quarnaro.

Scelti per voi

Villa Ariston

Nella villa liberty, la cucina utilizza materie prime locali, soprattutto marinare, per piatti gustosi e colorati: Polpo cotto sottovuoto, grigliato con caponata e crema di ceci. Eleganti camere al piano superiore.

Info e indirizzi: Maresciallo Tito 179, Abbazia- Telefono 00385 51 271379 – Prezzo medio: 50,00 euro – Camere da 100,00 a 270,00 euro.

Ristorante Nada

Per un aperitivo o per un pranzo bisogna accomodarsi sulle due terrazze, quella esterna o salendo le scale all’interno del ristorante. Da prenotare i šurlice (pasta fatta con il ferretto) con scampi.

Info e indirizzi: Glavača 22, Verbenico, Isola di Veglia – Telefono 00385 51 857065. Si mangia con: 30,00 euro.

Krk, regione del Quarnaro – ©Croazia.hr

Foto in evidenza Rabac, Porto Albona ©Croazia.hr

Riccardo Lagorio

Con la valigia in mano e la penna nell’altra, scrive di cucina, borghi e prodotti tipici da prima che diventassero un fatto di moda. Per questo non riesce a frenare la passione per la sobrietà di un tempo. Ama le cose che tocca. E questa è la ragione che gli fa mettere nero su bianco solo ciò che ha visto e ha provato. Forse démodé, ma pur sempre sinonimo di garanzia.

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top