Viaggi del Gusto Magazine

VdG Magazine – i Viaggi del gusto, è un magazine online di approfondimento sul mondo dell’enogastronomia, del turismo, della ristorazione e del Made in Italy nella sua accezione più ampia.

Menù

Ultimi articoli

La frascatola

6 Dicembre, 2023

Al Sicily Food Festival lo chef Kumalé

Shares

Il Sicily Food Festival sta per tornare in Sicilia e quest’anno la prima tappa si svolgerà presso il lungomare di Marsala, cornice perfetta per questo evento culinario di portata internazionale. Tra le novità di questa 7ª edizione vi è la presenza e collaborazione del giornalista gastronomade Vittorio Castellani, meglio conosciuto come Chef Kumalé, co-curatore di alcune sezioni dell’evento.

Oltre a portare in Sicilia il know how maturato grazie al Festival Internazionale del Cibo di Strada di Cesena, l’obiettivo del Sicily Food Festival – in programma dal 20 al 23 luglio prossimi – sarà quello di sottolineare le contaminazioni mediterranee nella cucina siciliana, a cominciare dall’importante impronta che la cultura araba ha lasciato in quest’area della Sicilia, a partire dal VII secolo, dopo lo sbarco degli Arabi a Punta d’Alga, ribattezzata Marsā llāh: il Porto di Allah.

Gli appuntamenti con ilGastronomade

Si inizia venerdì 21 luglio alle ore 19.00 sul palco del Monumento ai Mille con “Il brik: icona dello street food tunisino”, ossia sfoglie fritte di brick farcite di tonno sott’olio, patate, capperi e prezzemolo con limone. Ospite del cooking show la chef tunisina Hajer Aissi del ristorante Cantina Siciliana di Trapani (ingresso libero).

Sabato 22 luglio, sempre alle ore 19.00 sul palco del Monumento ai Mille, sarà la volta de “Il pesto trapanese: pasta cu’ l’agghia”, in cui si racconterà l’origine dell’agliata ligure genovese introdotta in Sicilia dai naviganti liguri provenienti dall’Oriente. Per l’occasione vi sarà la presentazione del libro e cooking show con l’autore Paolo Salerno di Trapani Welcome (ingresso libero).

Il Sicily Food Festival

La città di Marsala per quattro giorni ospiterà poi tutt’intorno al Monumento ai Mille un vero e proprio percorso esperienziale alla scoperta della tradizione enogastronomica siciliana di strada, dal pane ca meusapanelle e crocchè della celebre Antica Focacceria San Francesco di Palermo, allo storico presidio SlowFood dello sfincione bianco bagherese proposto dall’Antico Forno Valenti o l’immancabile cannolo di Piana degli Albanesi e la variante al pistacchio di Bronte.

Tra le novità dello street food 100% made in Sicily l’AngusBab, un kebab artigianale di manzo siciliano, l’hamburger di maialino nero, tuma e pistacchio, per poi continuare con la pasta fresca con pesce spada e melanzane, coppo di pesce frittocrêpes salate al pistacchio e poi ancora il delizioso patatwist, un panino gourmet con gamberoni croccanti, stracciatella e cavolo nero, l’immancabile pizza fritta, il pulled pork ma di carne rigorosamente siciliana e tanto altro ancora. Tutti prodotti ricercati e di qualità molti dei quali inseriti nei presidi Slow Food.

Letto questo?  Quando l'enogastronomia fa rima con treno

Immancabili i dolci e le birre artigianali

Non mancheranno i dolci che imbandiranno la tavola del Sicily Food Festival con gelati artigianalitorroni caramelle delle Madoniecannoli, granite artigianali con frutta fresca locale per accontentare i palati anche dei più golosi. A completare l’offerta gourmet ecco le conserve: tartufi siciliani, creme, pesti, paté, olio.

Nutrito sarà anche lo spazio dedicato alle birre artigianali, a cominciare dalla tappa di Marsala, dove troverete sei birrifici selezionati tra le migliori espressioni siciliane presenti ciascuno con i propri stili birrari.

Si rinnova e consolida anche quest’anno la partnership con l’AIC – Associazione Italiana Celiachia grazie alla quale sarà possibile degustare in assoluta sicurezza piatti e bibite gluten free, e allo stesso tempo conoscere il mondo della celiachia. Infine, a fare da cornice al Festival non mancheranno gli spettacoli e i concerti, grazie alla collaborazione con il Comune di Marsala e il Marsala Kite Fest.

Gianna Bozzali

Siciliana, originaria di Vittoria. Una laurea in Scienze e Tecnologie Alimentari e tante esperienze maturate nel mondo della comunicazione enogastronomica, sia in Tv sia grazie alla collaborazione con testate giornalistiche di settore. Giornalista e critico gastronomico, amo narrare le storie più semplici ma al tempo stesso le più vere ed emozionanti, come quelle dei casari, dei contadini e dei pescatori perché anche il più piccolo produttore ha un racconto di vita che merita di essere “ascoltato”.

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top