Viaggi del Gusto Magazine

VdG Magazine – i Viaggi del gusto, è un magazine online di approfondimento sul mondo dell’enogastronomia, del turismo, della ristorazione e del Made in Italy nella sua accezione più ampia.

Menù

Ultimi articoli

Dolce mestiere

2 Dicembre, 2021

Genova, finalissima del Campionato mondiale di pesto genovese al mortaio

Shares

La finalissima del Campionato Mondiale di Pesto al Mortaio ritorna in presenza, ma senza dimenticare lo streaming per chi è lontano come nell’edizione digitale dello scorso anno. Due le importanti novità di questa edizione, invece: la presenza del RoboTwin dell’IIT che tenterà di imitare l’uomo nella produzione del pesto al mortaio e l’appuntamento con la Società Italiana di Nutrizione Umana (SINU) sulle prospettive della rinomata salsa verde – modello di sostenibilità e di moderna cultura alimentare –  e la più gettonata nella comunicazione dei prodotti agro-alimentari Made in Italy.

I 100 finalisti della IX edizione

Al Campionato Mondiale di Pesto al Mortaio – sabato 4 maggio – ci saranno il 69% di uomini ed il 31% di donne  con una età media di 52 anni. La più giovane è una studentessa genovese di 23 anni che per pochi giorni soffia la posizione ad un’altra studentessa, questa volta messicana, in Italia per frequentare la Scuola Internazionale di Cucina Italiana ALMA di Parma. La concorrente più anziana è una genovese di 88 anni seguita a distanza da un’altra genovese di 76.

La selezione

Avvenuta come sempre seguendo i tempi di iscrizione e inserendo di diritto i vincitori di gare eliminatorie che nonostante la pandemia, che di fatto ha bloccato per più di due anni tutte le missioni in Italia e all’estero, sono state sette di cui 5 in Italia e 2 all’estero (Spagna e California) all’interno di una ventina di iniziative dimostrative e culturali avvenute dopo l’VIII edizione digitale straordinaria del marzo 2021.

Letto questo?  Tartufo Bianco d’Alba, Time is up: presentata la nuova edizione

I concorrenti provengono da 11 regioni

Guida in presenza la Lombardia e a seguire Piemonte e Valle d’Aosta, Lazio, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Campania, Sardegna, Sicilia e Umbria.  I rappresentanti stranieri sono 14. In questa edizione per nascita o residenza provengono da Cambogia Camerun Francia Germania Giappone Guinea Inghilterra Lussemburgo Messico Moldavia Olanda Spagna e Stati Uniti.

Vengono da più lontano un concorrente giapponese da Tokyo (9.813 Km) e una ragazza messicana da Monterrey (9.422 Km). Il concorrente più vicino abita in piazza Matteotti, a pochi metri da Palazzo Ducale.

La giuria che proclamerà il miglior pesto

Formata da 30 persone selezionate per esperienza, competenza e attivismo nel mondo del food e della comunicazione territoriale. Fanno parte della giuria anche esponenti non liguri ed internazionali.

Gli eventi del campionato del pesto

Molti sono anche in questa edizione gli eventi e le attività collaterali. Due in particolare rappresentano una testimonianza e una esperienza di grande valore.  Il primo è rappresentato dal convegno che SINU (Società Italiana di Nutrizione Umana) ha deciso di tenere a Genova in occasione del Campionato (Camera di Commercio venerdì 3 pomeriggio) “Genova porta della cucina mediterranea verso l’Europa”.

Il secondo è l’evento “Io robot faccio il pesto al mortaio” organizzato con l’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova, che ha come protagonista RoboTwin, un robot dalle sembianze umanoidi, alle prese – per la prima volta nella storia dell’umanità – con la preparazione del vero pesto alla genovese (sabato 4 mattina).

Redazione Viaggi del Gusto

La redazione di VdgMagazine è composta da appassionati e professionisti del Viaggio e del Gusto. Si avvale di collaboratori dalle molteplici competenze professionali. Tutti accomunati dalla passione per il racconto.

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top