Re della stagione, dalle straordinarie proprietà benefiche e sapore eccezionale: il carciofo torna in tavola a Gromola, in provincia di Salerno, per una festa eccezionale a “lui” dedicata.

Dal 24 al 28 aprile prima e dal 30 aprile all’1 maggio poi, il carciofo di Paestum I.G.P. sarà pronto a deliziare i palati di tutti coloro che si recheranno all’attesa manifestazione.

Giunta alla sua 11ª edizione ed organizzata dall’associazione “il tempio di Hera Argiva”, in collaborazione con il Consorzio di Tutela del Carciofo di Paestum I.G.P. e della O.P. Terra Orti,   la festa del Carciofo, ogni anno, richiama tantissimi visitatori ai quali regala intrattenimento e divertimento  in uno scenario bellissimo come quello di Paestum,  cittadina Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

Il carciofo di Paestum

“Squama per squama spogliamo la delizia e mangiamo la pacifica pasta del suo cuore verde” scrive Pablo Neruda nella sua “Ode al Carciofo”, una poesia dedicata alla celebrazione dell’ortaggio al quale, nel caso di quello di Paestum, è stato conferito l’importante riconoscimento di prodotto IGP (Indicazione Geografica Controllata).

Saranno 7 giorni particolarmente intensi quelli che si appresta a vivere Gromola – Capaccio Paestum che ospiterà l’evento in Piazza Borgo, nella quale prenderanno posto tantissimi stand presso cui il Carciofo sarà indiscusso protagonista e verrà proposto in diverse varianti e ricette.

Il Carciofo di Paestum IGP mette d’accordo tutti

L’ortaggio dal cuore tenero accontenta tutti, sia grandi sia piccini che – alla manifestazione – potranno assaggiarlo in diverse “salse”: dalla pastella alla brace, fritto o lessato e così via. Presso i vari stand allestiti in Piazza Borgo si potrà assistere alla preparazione del carciofo di Paestum IGP: per la festa sono previsti laboratori e workshop di cucina dedicati esclusivamente all’ortaggio che – anche in questo periodo primaverile – domina le tavole italiane con il suo sapore leggero ed inconfondibile.

Letto questo?  Sweety of Milano&Chocolate, la più grande Pasticceria d’Italia

Visitare Paestum: terra di sapori e tradizioni

Per la settimana dedicata all’evento, i visitatori avranno anche l’occasione per visitare la splendida cittadina campana ed ammirare le sue bellezze: a partire dai templi dorici e per finire al parco archeologico tra i più belli d’Europa. L’antica Poseidonia, città della Magna Grecia, ad oggi è terra di tradizioni e di sapori che mettono d’accordo tutti e la festa dedicata al carciofo rappresenta un’occasione importante per far rivivere la città, celebrando l’ortaggio in un contesto intriso di storia e cultura.

A Gramola, ogni anno, proprio per questo evento, giungono anche numerosi turisti provenienti da diverse parti d’Italia e del mondo, complice la primavera con le sue temperature piacevoli.

Musica, balli e divertimento assicurato in Piazza Borgo, insomma. I partecipanti potranno usufruire della connessione Wi-Fi gratuita e – anche e soprattutto  per chi si sposta in camper – sarà prevista un’area di sosta gratuita (ampio parcheggio) in cui lasciare il mezzo.

Anche i bambini sono ospiti graditissimi e per la festa del carciofo, a loro è dedicata un’area verde dove potranno giocare e svagarsi tra un boccone e l’altro.

E allora, non c’è tempo da perdere! I ponti del 25 aprile e del 1º maggio sono occasioni eccezionali per andare a Paestum. La festa del carciofo vi aspetta!