Viaggi del Gusto Magazine

VdG Magazine – i Viaggi del gusto, è un magazine online di approfondimento sul mondo dell’enogastronomia, del turismo, della ristorazione e del Made in Italy nella sua accezione più ampia.

Menù

Ultimi articoli

Arriva il kebabbar

Shares

Ha una leggera tendenza alle atmosfere hypster molto diffuse a Milano e in altre grandi città italiane, tanto nell’arredamento quanto nel look dei ragazzi che vi lavorano, senza però farne un tratto distintivo del locale. Non investe in sofisticate campagne di digital marketing e non conduce un’attiva vita social. Non si respirano le ambientazioni e gli stili dei bar segreti del proibizionismo americano che tanto stuzzicano la fantasia di chi ama “bere bene”. Non ha nemmeno un menu scritto dei cocktail, anche perchè i drink non costituiscono ufficialmente l’attività principale del locale: Star Zagros, attività con una cinquantina di coperti tra interno e dehor in corso 22 Marzo a Milano, serve da una vita kebab, pizze e falafel.  Come definire quindi il primo kebab in Italia dove la clientela, di tutte le età e tipologie, si riunisce attorno agli ormai arcinoti manicaretti mediorientali per degustare birre alla spina e ricercati cocktail a prezzi nettamente inferiori rispetto alla media meneghina? “E’ un kebabbar”, come racconta il titolare Emrah Karaman, 25 anni, amichevole e poliglotta ragazzo di origini curde con il pallino per la filosofia e le dissertazioni di geopolitica. Effettivamente il locale ha caratteristiche piuttosto ibride e il cliente, una volta entrato, si ritrova spaesato per via della coesistenza di particolari che non si è soliti concepire in un kebab: arredamento in legno con quadri e fotografie alle pareti; selezioni musicali su vinile o in digitale che spaziano dal jazz all’elettronica e dall’hip hop al folk curdo; ragazzi dietro al bancone con più tatuaggi che primavere sulle spalle impegnati a far da mangiare con grembiuli coordinati e guanti in lattice; una selezione di alcolici sorprendente impreziosita dalla presenza di diversi whisky da degustazione, da grandi classici della tradizione italiana come lo Strega, il liquore livornese Galliano e le grappe Nardini, da special guest internazionali come il liquore verde francese Chartreuse, la tequila 100% di agave Espolon e il porto argentino Malamado, ottenuto dalla vite mendocina Malbec.  Sfoglia la gallery: Compare anche una serie di sciroppi esotici fatti in casa. Emrah accoglie i clienti offrendo acqua, ghiaccio e zenzero per preparare il palato e, dopo aver studiato i loro gusti, si illumina di gioia quando gli chiedono di inventarsi un drink di sana pianta. I frequentatori abituali del locale, intrattenuti da conversazioni che generalmente partono da considerazioni da bar sport per sfociare in un confronto sulle politiche internazionali, sostengono sia lento a preparare i cocktail e che sia ora di esporre un menu. Lui replica che le cose fatte bene necessitano di cure lente ed amorevoli e promette che a breve metterà al muro una lista delle cinque migliori ricette di sua creazione. Tra i clienti abituali, è impressionante constatare la massiccia presenza di fan femminili di uno dei ragazzi che lavora al locale, Nuri, ex modello poco loquace ma evidentemente molto magnetico. Non amando le etichette, Emrah si limita a descrivere il suo locale come una fusione tra le sue origini curde e la sua vita milanese. Fusione che prende corpo anche in ambito culinario, come testimonia l’abdullino, un panciuto panzerotto al forno con carne kebab che prende il nome dal suo inventore, l’addetto alla panificazione. Star Zagros, che si scopre rigorosamente per caso o per passaparola, sembra quindi essere un “vero” secret bar, a differenza dei tanti colleghi eccellenti che proprio sulla promozione del segreto hanno costruito il loro successo. La formula di Karaman e colleghi, come recita una scritta in gesso sulla lavagnetta all’ingresso, è differente: “da noi entri come cliente ed esci come amico”. Per saperne di più:https://www.facebook.com/Star-Zagros-22-Marzo-832543780148319/

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top