Viaggi del Gusto Magazine

VdG Magazine – i Viaggi del gusto, è un magazine online di approfondimento sul mondo dell’enogastronomia, del turismo, della ristorazione e del Made in Italy nella sua accezione più ampia.

Menù

Ultimi articoli

Facce dell'Italia che merita: Novembre 2016

Shares

Chicchi di riso, mattoncini, gocce di pioggia e persino di sangue. Parti infinitesimali di un mondo enorme, dalle quali però i personaggi che vi presentiamo questo mese sono tutti partiti per raggiungere grandi risultati. E lo hanno fatto con tanto impegno, un pezzettino alla volta Carlo PreveAD Riso GalloDal 2010 amministratore delegato di Riso Gallo, è a lui (insieme ai fratelli minori Eugenio, Emanuele e Riccardo) che il padron Mario ha passato il testimone. Lo ha fatto qualche settimana fa, in occasione dei festeggiamenti per i 160 anni dell’azienda. Carlo, nato a Buenos Aires nel 1971, dopo una laurea in Economia e Commercio all’Università Cattolica e diverse esperienze in altre aziende, dal gennaio 1999 ha iniziato a sviluppare il mercato inglese per l’azienda di famiglia fino a diventare in soli due anni responsabile di tutto il reparto export. «Siamo orgogliosi che dopo tutti questi anni il nostro sia ancora il riso più venduto in Italia. Al momento i nostri prodotti sono disponibili in 78 Paesi in tutto il mondo, e nel futuro continueremo a impegnarci sempre di più per portare all’estero la cultura italiana del riso e del risotto».  Riccardo ZangelmiLego Certified ProfessionalÈ il primo e l’unico italiano a essere stato nominato dalla Lego “Certified Professional”, cioè è riconosciuto ufficialmente dall’azienda come “costruttore professionista”. Si tratta di un onore e un riconoscimento ancora più ambizioso dal momento che nel mondo ne esistono solo 14. Riccardo, nato a Reggio Emilia 35 anni fa, da bambino giocava volentieri con i lego, ma crescendo abbandonò la sua passione. Almeno fino ai 28 anni quando iniziò a creare le prime sculture che, tra il 2013 e il 2014, vennero esposte in diverse mostre. Quando realizzò con i mattoncini colorati la celebre “Relativity”, l’opera di Maurits Cornelis Escher, il successo fu altissimo: iniziarono le collaborazione con le aziende e fu notato anche dal quotidiano britannico Daily Mail. Nel 2015 fondò la sua società, BrickVision, e iniziò a collaborare con la Lego di cui oggi è diventato partner.   Claudio ChiapperoOmbrellaioÈ l’uomo che ha preso in mano un semplice ombrello, proseguendo una tradizione di famiglia nata negli anni ‘30, e l’ha reso un oggetto di classe apprezzato in tutto il mondo. Con il suo ombrellificio artigianale Il Marchesato, ha trasformato una piccola attività di riparazione ombrelli avviata dal nonno a Saluzzo, in provincia di Cuneo, in un marchio internazionale sinonimo di altissima qualità nelle materie utilizzate e nelle lavorazioni a mano. Pochi pezzi ogni anno, anche personalizzati, presenti soprattutto in mercati esteri come USA, Russia e Giappone. Il Marchesato si è recentemente affacciato anche sul web: i “gioielli” in grado di proteggere dall’acqua sono reperibili anche sul portale di eccellenze artigiane artimondo.it   Marco DonolatoRicercatoreTrentatré anni, ingegnere milanese trapiantato a Copenhagen, è fondatore insieme a Filippo Bosco di BluSense Diagnostics, una startup impegnata in campo medico per rivoluzionare le modalità di analisi del sangue. BluSense ha realizzato un dispositivo compatto e low-cost in grado di elaborare in pochi minuti diagnosi partendo da una singola goccia di sangue. Lo strumento sviluppato da Donolato combina nanotecnologia magnetica, microfluidi e le stesse ottiche dei lettori Blu Ray. In soli due anni BluSense è cresciuta fino ad annoverare nel team 13 scienziati a Copenhagen e 9 a Taiwan, raccogliendo oltre 5 milioni di investimenti tra Europa, Asia e Stati Uniti. Attualmente i campi di applicazione del dispositivo sono legati alle diagnosi di Zika e Dengue, ma in un futuro prossimo potrebbero identificare una vasta gamma di patologie ed entrare su scala mondiale nelle strutture ospedaliere, nelle farmacie e nelle case.

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top