Viaggi del Gusto Magazine

VdG Magazine – i Viaggi del gusto, è un magazine online di approfondimento sul mondo dell’enogastronomia, del turismo, della ristorazione e del Made in Italy nella sua accezione più ampia.

Menù

Ultimi articoli

Lievito padre

13 novembre, 2018

Per il Trofeo Tollegno un successo “rombante”

Shares

 Rivivere la storia al rombo dei motori. Se la prima edizione del Trofeo Tollegno 1900 – Revival Lana Gatto era stata un successo, la seconda è stata una vera e propria vittoria. L’8-9 maggio il Biellese è tornato indietro nel tempo con la sfilata, tra le sue campagne, delle più belle auto del secolo scorso. Folta la partecipazione: non solo italiani, ma anche tanti stranieri appassionati delle quattro ruote tra i protagonisti dell’evento. Accesi i motori la mattina presto, i concorrenti hanno percorso oltre 300km a bordo di auto storiche come la Bugatti targata 1928, la Mercedes Daimler Benz 220S del ’57, o la Austin Haley MKIII del ’66. A rendere l’evento indimenticabile ci ha pensato la bellezza dei paesaggi italiani, il lago d’Orta o e il centro storico di Biella hanno accolto i partecipanti fatto da sfondo alla gara, in tutto il loro splendore. Ad aggiudicarsi la vittoria finale sono state la Talbot Sunbeam Lotus, la Porsche 356 A Carrera e la Lancia Fulvia Coupè, ma a salire alla ribalta è stata anche la Lancia Fulvia HF, conosciuta ai più come la “Fanalone” e riconosciuta come “auto sportiva di maggior rilievo” mentre all’Alfa Romeo 6C 2300 è andato il premio per l’eleganza. L’appuntamento si rinnoverà per l’anno prossimo, grazie anche alla passione dei fratelli Gatto, oggi manager (O proprietari?) dell’azienda Tollegno 1900, sponsor principale della competizione. È fin dagli anni ’70 che l’amore per i motori  spinge i Gatto a dare vita allo storico ‘RallyLana’ degli anni ’70. L’evento di Biella ogni anno non racconta dunque solo La storia delle quattro ruote, ma anche della stessa azienda tessile che da quasi due secoli ormai si conferma come un’eccellenza del territorio, nel panorama del Made in Italy.

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top