Viaggi del Gusto Magazine

VdG Magazine – i Viaggi del gusto, è un magazine online di approfondimento sul mondo dell’enogastronomia, del turismo, della ristorazione e del Made in Italy nella sua accezione più ampia.

Menù

Ultimi articoli

Dolce mestiere

2 Dicembre, 2021

Mirede, raffinato ed elegante è lo champagne

Shares

Elegante, raffinata, determinata. Così era Mirede, la moglie di Alberto Massucco, così è lo champagne che lui le ha dedicato. Una bottiglia, con la sua forma, in qualche modo tende ad accennare qualcosa in più di quanto indicato in etichetta. È quando si stappa, si versa e si degusta, che se ne intende la struttura, il carattere, il sogno. Da dove viene e, soprattutto, dove ti vuole condurre.

Mirede champagne

E’ l’etichetta che Alberto Massucco Champagne suggerisce per le feste natalizie «Il Natale è il momento dell’anno in cui le emozioni, i ricordi e i sentimenti si amplificano e assumono un valore più intenso. A Mirede, che mi ha accompagnato per tutta la vita e che mi ha incoraggiato in questa avventura, ho dedicato questa cuvée. A coloro che degusteranno questo champagne, l’augurio che possano avere al loro fianco una persona capace di valorizzare il proprio talento, di costruire insieme il quotidiano e di essere la spalla su cui poggiarsi vicendevolmente».

©albertomassuccochampagne

Le etichette Massucco

L’etichetta Mirede si aggiunge alle altre referenzeAMC00, AMC02, Mon idée de Cramant e Millésime 2018 Alberto. In cantina Erick De Sousa, indubbiamente uno dei più stimati vigneron della Côte des Blancs e grande amico di Alberto, che ha saputo tradurre i suoi gusti, il suo pensiero e la sua anima nei propri champagne.

©albertomassuccochampagne

Mireide

100% Chardonnay frutto di uve Grand Cru di Avize (30%) e Oger (10%) della vendemmia 2019, fermentate per circa un terzo in barrique, più quelle (30%) del primo vigneto di proprietà oltre ad un ulteriore 30% di vins de réserve del 2018. Dopo 30 mesi sui lieviti, viene dosato a 2 g/l. Naso di avvincente articolazione, tra la florealità, la scorza di arancia candita, uno spunto tropicale, un tocco di miele. Bocca molto fresca, con un divertente gioco tra mineralità e frutto. Chiusura di lunga persistenza.

Letto questo?  Battuta al coltello, la carne cruda che piace non solo ai piemontesi

Foto in evidenza Alberto Massucco – credits photo ©Ramussi

Redazione Viaggi del Gusto

La redazione di VdgMagazine è composta da appassionati e professionisti del Viaggio e del Gusto. Si avvale di collaboratori dalle molteplici competenze professionali. Tutti accomunati dalla passione per il racconto.

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top