Carpene Malvolti

Per abbronzarsi prima di tutto ci vuole il Sole (ricordatevi anche la crema solare!), ma non è detto che tutti si abbronzino in maniera veloce. Ci sono delle, chiamiamole “strategie naturali” da provare. Non fanno male, anzi sono salutari. Stiamo parlando ovviamente di cibo e di cibi che aiutano a stimolare l’abbronzatura. Ci sono infatti tipi di frutta e verdura che aiutano a stimolare la produzione di melanina e quando arriva il caldo ci “proteggono” grazie all’apporto di vitamina A, acqua e sali minerali. La prima condizione però è quella di consumarli freschi e a crudo, o al massimo cotti al vapore perché così non perdono le loro proprietà.
Le carote, lo sanno tutti, sono ottime per la tintarella. Bisognerebbe mangiarne almeno una al giorno per tutta l’estate. Il pomodoro contiene il licopene che previene l’invecchiamento della pelle ed è ottimo per l’abbronzatura, si puo’ usare per le insalate o anche tagliato a dadini nella pasta fredda. Continuiamo con una carrellata di frutta e verdura dai colori rossi come le ciliegie che contengono carotenoidi e sali minerali o l’anguria. Ottimo anche il melone giallo e i peperoni giallo, rosso, verde, non importa il colore, comunque è anche rassodante e antiossidante. Fanno bene alla salute e alla nostra tintarella anche il radicchio, l’albicocca (ricca di potassio e beta-carotene), la pesca, la lattuga e il sedano.
Quindi ricapitolando sono molti i cibi abbronzanti che stimolano la melatonina e che ci permettono di abbronzarci più in fretta. Una dieta ricca di frutta e verdura è il primo passo per prepararsi bene all’esposizione solare.


Per mantenere l’abbronzatura

Il segreto è nutrire la pelle e idratarla, bere acqua ma anche mangiare alimenti ricchi di vitamine e minerali. Ricordiamo anche che i cibi antiossidanti, sono in grado di proteggere la pelle dall’invecchiamento cutaneo e dagli effetti dannosi dei raggi UV. Acqua, frutta e verdura devono dunque avere un ruolo primario nella nostra dieta. Se vogliamo poi, assieme ad un’abbronzatura invidiabile anche sfoderare un fisico asciutto esistono dei cibi bruciagrassi che aiutano ad accelerare il metabolismo basale, ovvero permettono di consumare una quantità di calorie giornaliere maggiore perché per essere digeriti richiedono uno sforzo più grande da parte del nostro organismo. Sono bruciagrassi asparagi, sedano, peperoncino, insalata, ananas, menta, broccoli, salmone, cipolla, thè verde.

Letto questo?  Elisabetta Gnudi, il sogno realizzato di una vigna in Toscana

 

Ricetta per la Pappa al pomodoro

L’abbiamo rubata alla tradizione toscana e ve la consigliamo per la vostra estate. Questa è la ricetta per la famosa Pappa al Pomodoro. Il pomodoro è ricco di principi nutritivi a basso contento calorico. 
Ingredienti per 4 porzioni: 300 grammi di pane raffermo o tostato, 500 grammi di pomodori rossi maturi, 1 spicchio di aglio, basilico, 1 litro di acqua o brodo vegetale, olio extravergine di oliva, sale e pepe. Tagliare il pane e sistemarlo in una pentola antiaderente, tagliare i pomodori, scottarli in acqua bollente quindi sbucciarli, e aggiungerli al pane. Aggiungere sale, aglio, basilico e coprire il pane di acqua o brodo vegetale. Mettere a cuocere a fiamma bassa girando spesso e, mentre si gira, spezzare il pane riducendolo in questo modo in poltiglia. Lasciar cuocere fin quando il pane non si sarà sfaldato. Condire con olio extravergine di oliva e aggiungere qualche fogliolina di basilico a crudo. Tempo di preparazione: 40 minuti