Viaggi del Gusto Magazine

VdG Magazine – i Viaggi del gusto, è un magazine online di approfondimento sul mondo dell’enogastronomia, del turismo, della ristorazione e del Made in Italy nella sua accezione più ampia.

Menù

Ultimi articoli

Enogastroturismo: Toscana e Monferrato insieme nel segmento lusso

Shares

Tartufo bianco e rossi nobili, questi i due capisaldi dell’accordo firmato dall’Ente Turismo Langhe Monferrato Roero e Toscana Promozione Turistica. Si è messo a sistema una serie di itinerari enogastronomici fra l’area della Val d’Orcia e Valdichiana e Langhe Monferrato Roero.

Accordo alimentare

L’accordo ha innescato un circolo virtuoso che ha reso possibili interessanti sinergie e scambi tra la Mostra Mercato Nazionale del Tartufo Bianco di San Miniato e la Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba. «È l’Italia del patrimonio agroalimentare e paesaggistico quella che con questo accordo vogliamo celebrare – dice il direttore di Toscana Promozione Turistica, Francesco Palumbo – aprendo prospettive a un turismo di qualità che può trovare, in questo crocevia di eccellenze, una opportunità unica e irripetibile come quella di scoprire due territori che per affinità enogastronomiche sono famosi in tutto il mondo».

Patrimonio Unesco

In questi paesaggi, patrimoni dell’Unesco, nascono eccellenze italiane uniche che sono molto apprezzate dai gourmand di tutto il mondo. Il tartufo bianco, eccellenza di entrambe le zone, è il fungo più pregiato al mondo. Come già diceva Plinio nella Naturalis Historia, “un miracolo della terra, che cresce senza radici e che non si può seminare”. Anche sul fronte enologico le due realtà sono riconosciute come terre di grandi vini che hanno fatto la storia dell’enologia. Fra questi Brunello di Montalcino, Nobile di Monte-Pulciano e l’antico Moscadello conosciuto fin dal Rinascimento cosiccome Barolo, Barbaresco e Barbera d’Asti.

Radici contadine

Ci si ritrova intorno alla anche a tavola. Le due cucine povere, dalle radici contadine, che hanno saputo dar vita a grandi piatti. Dai pici agli agnolotti al plin, dal peposo al brasato e a prodotti straordinari: dai salumi di cinta senese Dop alla salsiccia di Bra, dal “Cacio” di Pienza alla Robiola di Roccaverano Dop. Tutto questo senza dimenticare le carni pregiate come la Chianina (vitellone dell’Italia centrale Igp) e la Fassona Piemontese.

Letto questo?  Trippa alla romana, chef Danilo Pelliccia

Discover the Difference

«Due destinazioni con eccellenze territoriali diversificate – spiega Luigi Barbero, presidente dell’Ente Turismo Langhe Monferrato Roero – che si propongono sui mercati internazionali e costituiscono un’esperienza di marketing innovativa e intelligente. Esperienza che grazie al coinvolgimento degli operatori si concretizza in un’offerta di livello lusso».
A “Discover the Differences”, hanno già aderito 7 operatori toscani e 3 dell’area Langhe Monferrato Roero, specializzati in incoming, per proporre al mercato tour congiunti di alto livello, incentrati su enogastronomia, arte e outdoor. I pacchetti realizzati vanno da un minimo di 5 giorni a un massimo di 2 settimane. L’offerta è al segmento lusso in diverse declinazioni. Si va dall’arte e cultura all’enogastronomia all’outdoor (bike e trekking). Sono anche previsti voli in elicottero per gli spostamenti.

Alessandra Iannello

Con le radici a Milano, sua città natale, ma con la testa e il cuore sempre in viaggio. Ha unito le sue passioni, il cibo e il viaggio, e ne ha fatto la sua professione. Scrive da sempre di enogastroturismo per quotidiani e periodici, cura la trasmissione radiofonica "The way of life - Stili di vita" ed è una delle fondatrici del canale YouTube "L'assaggiatore in viaggio".

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top