Le ostriche che raccontano di mari lontani. La burrata cremosa come l’abbraccio di madre. Lo Champagne che stuzzica il ricordo di sere stellate. Basta lasciarsi andare al gusto e ci si ritrova altrove perché, come ci dice Proust, “il vero viaggio non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi”

         Ingredienti per 4 persone:12 ostriche
sale grosso q.b.
menta120 gr di capperiolio di arachide q.b.Per la granita di champagne:250 gr di acqua40 gr di zucchero1 stella di anice stellato1 stecca di cannella1 bacca di vaniglia375 ml champagne Preparazione:Per la granita di champagne: prepara lo sciroppo unendo in un pentolino acqua, polpa di vaniglia, cannella, anice stellato e zucchero, porta ad ebollizione facendo sciogliere lo zucchero. Filtra il composto in una ciotola e lascia riposare un’ora in frigorifero. Friggi i capperi in abbondante olio di arachide. Una volta raffreddato lo sciroppo, filtralo e aggiungi lo champagne. Lascia riposare 3 ore in freezer. Apri le ostriche. Impiatta le ostriche su una montagnetta di sale grosso e versaci sopra la granita di champagne. Guarnisci con capperi fritti e foglie di menta.  ASCOLTO: Mighty Sam McClain – Don’t Worry About MeBEVO: Champagne Brut Réserve 2014 – Billecart-Salmon
 

Letto questo?  I 10 gelati più buoni da gustare: quali sono?