Viaggi del Gusto Magazine

VdG Magazine – i Viaggi del gusto, è un magazine online di approfondimento sul mondo dell’enogastronomia, del turismo, della ristorazione e del Made in Italy nella sua accezione più ampia.

Menù

Ultimi articoli

Risotto asparagi, alici e burrata, chef Anna Rita Simoncini

Shares

La cucina che raccontiamo oggi è prevalentemente ispirata al territorio umbro. Siamo ad Orvieto e ci piace segnalare l’attività del Ristorante I Sette Consoli con le sue gustose ricette gourmet ma fortemente legate ai prodotti, come gli asparagi, e alle origini del luogo. Nel menu troviamo anche proposte di pesce, soprattutto nel periodo estivo, così da soddisfare le richieste della numerosa clientela estera in visita alla città. La cantina conta circa 800 etichette da tutto il Mondo e un centinaio di distillati.

Il ristorante, segnalato anche dalla Guida Michelin, nasce nel settembre del 1992. Mauro Stopponi, bancario insoddisfatto, e Anna Rita Simoncini, una casalinga che avrebbe preferito continuare ad essere casalinga, mettono in pratica il loro grande interesse per il cibo e per i vini del territorio. La passione per la cucina, trasmessa dai genitori, spingono Mauro a compiere il grande passo. Appena si prospetta l’occasione, lascia il lavoro al Monte Dei Paschi e convince Anna Rita a seguirlo “nella folle impresa”. Trovano così il posto “per esaltare le ‘normali’ doti culinarie di Anna Rita. In pieno centro ad Orvieto e c’è pure un bel giardino. Si parte!”

Da alcuni anni Mauro e Anna Rita sono affiancati dalle figlie Serena e Chiara che si occupano, con altrettanta passione, della sala e dell’accoglienza. I Sette Consoli è ormai un riferimento della Cucina Umbra con giudizi positivi e lusinghieri su tutte le principali Guide del settore. Anna Rita, si rivelerà in seguito, essere una grande cuoca, impara con impegno tutti i fondamentali della cucina ed è dotata di una ‘mano’ sicura, leggera ma nello stesso tempo convincente ed appagante per gli occhi e per il palato.

“La cosa più bella, il complimento più bello che amiamo ricevere – ci raccontano Mauro Stopponi e Anna Rita Simonciniè quando qualcuno ci elogia per la nostra costanza qualitativa durante il tempo. Crediamo sia molto importante, noi non facciamo una cucina cerebrale o per forza innovativa. I nostri Clienti sanno cosa troveranno e lo dovranno trovare con un’alta qualità costante ogni volta che verranno.” E noi confermiamo, ne abbiamo un buon ricordo!

Letto questo?  Pizza, l'impasto napoletano da fare in casa secondo Luciano Sorbillo

Il segreto della cuoca: anticipiamo un suggerimento di Anna Rita. Per ottenere una salsa cremosa, frullate il cipollotto e gli asparagi con un frullatore ad immersione e aggiungete l’olio a filo.

Il vino consigliato da Mauro: E’ un IGP Lazio da uve Grechetto in purezza, etichetta Poggio Triale del 2016 della Tenuta La Pazzaglia. Un vino bianco dal profumo intenso di mandorla, ginestra e foglia di pomodoro prodotto in territorio della Tuscia a Castiglione in Teverina ad appena 10 km da Orvieto.

La ricetta

Ingredienti per 4 persone: 20 asparagi verdi, 1 cipollotto fresco, Olio EVO umbro, 300 gr. di riso carnaroli, 1 litro di brodo vegetale; una burrata, 6 alici sott’olio, una noce di burro, 100 gr. di parmigiano grattugiato, sale qb.

Il procedimento: Pulire gli asparagi e tagliare le punte. Tagliare i gambi degli asparagi e il cipollotto a piccole rondelle. Cuocere le punte a vapore lasciandole ben croccanti. Stufare il cipollotto e i gambi degli asparagi in una padella con poco olio, salare e portare a cottura. Frullare il composto aggiungendo l’olio per ottenere una salsa cremosa. In una casseruola tostare il riso con due cucchiai di olio quindi aggiungere a poco a poco il brodo vegetale, salare e cuocere per 13/14 minuti. In una piccola casseruola far sciogliere due alici. Mantecare il risotto fuori dal fuoco con il burro, il parmigiano e il composto di asparagi e cipollotti. Servire in piatti caldi e decorare con ciuffi di burrata, una alice a pezzetti, le punte degli asparagi. Cospargere infine con la salsa di alici.

Buon appetito!

Filippo Teramo

Appassionato di enogastronomia, da giornalista ed esperto di marketing è impegnato a valorizzare le tante eccellenze, i territori e gli eventi del turismo sensoriale. Per la sua passione per il mondo del vino e del buon cibo si autodefinisce “giornalista per passione e buongustaio per professione” sfruttando l’enogastronomia per narrare di prodotti tipici e territori identitari. Giornalista eclettico, vanta diverse collaborazioni con giornali, riviste e televisioni, e da cronista di gastronomia ama raccontare storie di persone, cibi e curiosità. Il suo sguardo "del Sud", terra che definisce “maledettamente bella”, è visibilmente innamorato di tutto ciò che descrive e che tocca le corde dei sensi.

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top