Viaggi del Gusto Magazine

VdG Magazine – i Viaggi del gusto, è un magazine online di approfondimento sul mondo dell’enogastronomia, del turismo, della ristorazione e del Made in Italy nella sua accezione più ampia.

Menù

Ultimi articoli

La salute a tavola, le fave

Shares

Sono giornaliere le informazioni circa il potere aggressivo di questo Coronavirus. Sono numeri che possono impressionare, ma niente paura. Perché dalla nostra parte è schierato il sistema immunitario. Un esercito di cellule sempre in allerta che identifica i nemici dell’organismo, li intercetta per annientarli. Ma perché i nostri difensori possano funzionare al meglio occorre anche la nostra collaborazione. Flavia Correale, medico endocrinologo e dietologo, ci ha aiutato a stilare un elenco di cibi per migliorare il nostro sistema immunitario. «I cibi di stagione – precisa la specialista – vanno associati a una sana ed equilibrata alimentazione. Oltre che a una costante attività fisica e uno stile di vita adeguato. In questo modo è possibile ritrovare il buonumore e l’energia per affrontare i malesseri di un periodo così difficile».

Fava larga di Leonforte, presidio SlowFood dei comuni di Leonforte, Assoro, Nissoria, Enna, Calascibetta (provincia di Enna)

Le proprietà nutritive delle fave

Le fave sono un legume buono da mangiare e ricco di proprietà nutritive. Garantiscono, infatti, un buon apporto di ferro e altri minerali, e una notevole quantità di vitamine e minerali come rame potassio e magnesio e soprattutto acido ascorbico. Fino agli inizi del ‘900, questi legumi rappresentavano la principale fonte di vitamine in molti paesi del Sud Italia.

Ottime quelle di Leonforte

In particolare le fave di Leonforte (Enna) sono un presidio SlowFood ed è inserita nella lista dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali del Ministero delle Politiche Agricole). Inoltre, il ferro contenuto nelle fave, è un valido aiuto per chi soffre di anemia. Le tante fibre (5% del loro peso) aiutano la regolarità intestinale e, unite all’acqua (84% del loro peso), favoriscono la diuresi. Le vitamine sono fondamentali anche per migliorare il sistema immunitario (se ne consiglia l’uso a crudo perché la cottura ne fa perdere gran parte).

Quando fanno bene e quando no

Mangiare fave può causare disturbi, soprattutto se si esagera. In particolare, le fave come tutti i legumi possono causare gonfiore intestinale. Inoltre, le fave hanno una controindicazione molto pericolosa: il favismo. Questa è una patologia correlata alla carenza di un enzima ed è una forma di grave anemia diffusa in Italia soprattutto nel Sud e nelle isole. I legumi fanno parte degli alimenti con basso indice glicemico quindi consigliati per i malati di diabete. Si è scoperto inoltre che esercitano un’azione positiva generale sull’organismo e hanno la capacità di regolare l’assunzione dei carboidrati. Fanno si che i carboidrati vengano assorbiti lentamente evitando così che gli zuccheri che ne derivano, si riversino nel sangue troppo rapidamente causando picchi glicemici. La capacità delle fave di contenere i rapidi aumenti di glicemia è molto importante perché proprio i picchi iperglicemici ripetuti sono corresponsabili dello sviluppo di complicanze, soprattutto nel diabete di tipo 2.

Panelle di fave

Ricette a base di fave

Panelle di fave (gluten free)

Letto questo?  Cous cous, il piatto mediterrano della pace

Ingredienti: 600 grammi di fave, 1 cipolla, 1 mazzetto di finocchietto selvatico, 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, 200 ml di olio di semi di arachide

Preparazione: Mondate la cipolla e sgusciate le fave. In un tegame fate rosolare la cipolla con l’olio. Mondate e tritate la cipolla e sgusciate le fave. Quindi fate rosolare la cipolla in un tegame con l’olio e poi aggiungete le fave sgusciate e il finocchietto lavato e spezzettato. Versate 2 litri di acqua e lasciate cuocere per 1 ora e 30 minuti finché le fave si disferanno. Schiacciate bene aiutandovi anche con il cucchiaio di legno per ridurle in crema. Salate e poi togliete dal fuoco. Versate la crema sul tagliere di legno e fate raffreddare. Quando il composto si è indurito, preparate con lo stampino le panelle. Friggete nello olio di semi e scolate sulla carta assorbente. Vanno servite calde con una spruzzatina di pepe.

Le Fave al forno, invece, sono un secondo piatto gustoso, da accompagnare magari con patate e altre verdure lesse.

Preparazione: Fare un soffritto di cipolla e porre in una casseruola unendo le fave. Mettere in forno a 180° per 25 minuti. Quindi spruzzare con prezzemolo e irrorare con olio.

Alessandra Iannello

Con le radici a Milano, sua città natale, ma con la testa e il cuore sempre in viaggio. Ha unito le sue passioni, il cibo e il viaggio, e ne ha fatto la sua professione. Scrive da sempre di enogastroturismo per quotidiani e periodici, cura la trasmissione radiofonica "The way of life - Stili di vita" ed è una delle fondatrici del canale YouTube "L'assaggiatore in viaggio".

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top