Viaggi del Gusto Magazine

VdG Magazine – i Viaggi del gusto, è un magazine online di approfondimento sul mondo dell’enogastronomia, del turismo, della ristorazione e del Made in Italy nella sua accezione più ampia.

Menù

Ultimi articoli

Classico o creativo? Ai campionati del mondo di tiramisù vincono due donne

Shares
Tiramisù

Se c’è stata una genialata, da un anno a questa parte, è stata quella di aver inventato i campionati del mondo di tiramisù, uno dei dessert in assoluto più conosciuti e amati del pianeta, che mette d’accordo tutti. La Tiramisù World Cup è nata e partita da Treviso, patria del tiramisù (con buona pace della paternità contesa dal Friuli) e si svolge da due edizioni in territorio trevigiano.

Non è una gara professionale:  giusto una competizione amatoriale dove a sfidarsi può essere chiunque sia in grado di preparare, in un tempo stabilito dalla giuria e con gli ingredienti base messi a disposizione dall’organizzazione, una porzione di tiramisù da impiattare in un apposito piatto Tognana, divenuto oramai convenzionale.

Quest’anno, come per la passata prima edizione, la sfida – che si è tenuta dall’1 al 4 novembre 2018 – ha visto la partecipazione di concorrenti da ogni angolo del mondo e d’Italia e si è tenuta a Conegliano (Treviso) con le selezioni avvenute nel chiostro dell’ex-Convento di San Francesco.  600 concorrenti, 6 semifinalisti, 6 finalisti, 2 campioni: uno per la ricetta creativa, uno per quella originale con solo uova e mascarpone, biscotti  savoiardi in bagna di zucchero e caffè con spolverata finale di cacao.

E’  la sfida più golosa dell’anno, con ai tavoli di partenza anche una variegata rappresentanza straniera da Paesi quali Indonesia, Canada, Francia, Austria, Germania, Marocco e Albania.

Quello nato al ristorante Beccherie dei Campeol è un dolce che tutto il mondo invidia al Veneto e quest’anno, a salire sul podio sono state due donne, rispettivamente per la ricetta originale e per quella classica.

A trionfare nella finalissima che si è svolta a Treviso in Piazza della Borsa, nella sede della Camera di Commercio, è stata la trentaquatrenne cantante lirica trevigiana Diletta Scandiuzzi, mentre per la ricetta creativa con aggiunta di zenzero e cannella ha vinto la fisioterapista di Casier Francesca Piovesana, 44 anni e mamma di tre figli.

Lacrime di gioia per entrambe, per aver saputo trasformare un hobby in una partecipazione da protagoniste a un evento straordinario, sotto i riflettori del mondo.

Al secondo e al terzo posto si sono classificati: Moira Bardini di Ponzano Veneto e Lisa Luison di Scorzé; per la ricetta creativa: Franco Norbiato di Spinea e Gioia Zaghini di Cesena.

 

Germana Cabrelle

Scrivo per professione dal 1982 e collaboro regolarmente con quotidiani e riviste cartacee e online a tiratura nazionale. Mi occupo di turismo e destinazioni, architettura d’interni e life style, attualità, economia, food&wine. Giornalista professionista, in aggiunta alla mia formazione, agli inizi degli anni Duemila ho conseguito il diploma di scuola alberghiera all’Ippssar Maffioli di Castelfranco Veneto (Treviso) per trattare con cognizione e da esperta il settore della ristorazione e dell’hotellerie, che è un affascinante mondo nel mondo. Amo fotografare con colpo d’occhio e sguardo interiore. Sono stata insignita di menzione speciale “Premio Penna d’Oca 2017” indetto da Assostampa Padova e dall’Ordine del Giornalisti del Veneto. Ho ideato slogan e claim per campagne pubblicitarie e loghi per onlus di cui sono fondatore. In un impeto di ironia creativa e di passione tentacolare per il Mare Nostrum, nel 2008 ho creato il taccuino d’appunti squisitamente veneto, Moskardin, che è diventato un brand e un marchio registrato. Per coniugare sapere e sapori, calamaro e calamaio.

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top