Viaggi del Gusto Magazine

VdG Magazine – i Viaggi del gusto, è un magazine online di approfondimento sul mondo dell’enogastronomia, del turismo, della ristorazione e del Made in Italy nella sua accezione più ampia.

Menù

Ultimi articoli

Passaggio in Irpinia

3 Luglio, 2021

Puglia senza tempo

2 Febbraio, 2021

Gran Love Milano, il primo ristorante italiano a tavolo unico

Shares

Un gran bel ristorante, elegante e lussuoso negli arredi, ricercato nell’offerta enogastronomica. Si presenta così Gran Love Milano, una delle ultime inaugurazioni nel capoluogo lombardo che sta facendo molto parlare di sé per una scelta davvero esclusiva. Il concept del ristorante, oltre ad essere ispirato alla riservatezza, all’eleganza, al prendersi cura dei commensali in maniera esclusiva ed unica, è stato dettato dalla scelta di inserire all’interno del locale un unico tavolo quadrato –  2×2 – con la possibilità di ospitare, contemporaneamente, da un minimo di 2 ad un massimo di 8 persone.

Proposta anti-covid

Le norme di sicurezza sulla salute pubblica in era Covid sembrano totalmente in linea con il nuovo ristorante milanese il cui presupposto è che i commensali siano conoscenti, amici o parenti; ovvero un solo gruppo di persone a servizio accomunato dalla passione della cucina, quella con la C maiuscola, per i quali il mangiare è un atto d’amore, un viaggio, la possibilità di confronto di sapori tutti da scoprire, o da progettare insieme, così come prevede l’offerta ‘Gran love Milano’.

Sapori a tavola

La base della proposta culinaria è tutta italiana, anche se Carlos Valdes Ciampi – proprietario del ristorante – arriva dall’Argentina, con nonni campani e asturiani. E’ sì abituato a mangiare piatti partenopei, ovvero italiani, ma ha viaggiato in tutto il mondo grazie alla sua professione di barman che lo ha aperto ai sapori e alle culture internazionali.

Un trattamento esclusivo dai costi importanti

La formula di esordio prevede delle proposte dello chef fresche di giorno in giorno orientate ai sapori della nostra penisola (con materie prime doc e sigilli di qualità che firmano la proposta culinaria per chi ha le idee poco chiare), con anche la possibilità di richiedere menu particolari o piatti ispirati alle cucine internazionali. «Ora, ad esempio, sto preparando per una cena a base di caviale iraniano»,  così come racconta Carlos a Vanity Fair, che non esclude dettagli sui costi.

Letto questo?  Arzachena: notti Bianche dell’enogastronomia gallurese

“Il conto – ovviamente – dipende da quanto si mangia. Mediamente per un menu che comprende antipasto, primo, secondo, dolce, bevande – inclusi vini e amari – si aggira intorno le 80 euro circa a testa. Prezzo piuttosto ragionevole considerata la sala e lo chef riservati, oltre alla possibilità di personalizzare il menu.

Per prenotare

Il ristorante Gran Love Milano si trova in zona navigli –  Via Lodovico Il Moro, 139 – e riceve solo su prenotazione.

Antonella Aquaro

Al detto: ‘La passione non è cieca, è visionaria’ (Stendhal), io aggiungerei che è anche tenace e persistente, come poche cose nella vita. Da giovanissima, non avevo ancora imparato a camminare, ma sapevo già della mia sottile affinità con la scrittura, così come con il mondo delle arti creative che nel tempo sarebbero diventate il mio mondo. Giornalista pubblicista ed arteterapeuta, ho il dono della curiosità; il desiderio continuo dell’esplorazione, della conoscenza e della crescita; della manualità che mi porta a toccare e vivere con mano le varie esperienze della vita per fissarne le emozioni. Ho fatto del cibo, dei viaggi, del design, della creatività - declinata nelle sue numerose forme e coloriture - il fulcro del mio lavoro. A chiudere il cerchio, la scrittura, la mia dimensione assoluta che mi rende orgogliosamente libera e capace di interagire ed esprimere le eccellenze e bellezze del pianeta.

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top