Viaggi del Gusto Magazine

VdG Magazine – i Viaggi del gusto, è un magazine online di approfondimento sul mondo dell’enogastronomia, del turismo, della ristorazione e del Made in Italy nella sua accezione più ampia.

Menù

Ultimi articoli

In alto i calici: le Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene sono patrimonio dell’umanità

Shares
Le colline del Prosecco (ph. Germana Cabrelle)

Le Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene ora Patrimonio dell’Unesco

Era nell’aria, frizzantina come il perlage che lo connota nel bicchiere e che brioso sale in alto. Tanto in alto che ora il sito “Le Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene” è stato iscritto nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

Conegliano Valdobbiadene (ph. Germana Cabrelle)

Una notizia bellissima, emozionante, di queste ultime ore, comunicata dai rappresentanti del MiBAC, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, i membri della delegazione italiana presente a Baku (Azerbaijan) al 43° Comitato del Patrimonio Mondiale.

Colline Conegliano Valdobbiadene Patrimonio Unesco (ph. Germana Cabrelle)

Colline Conegliano Valdobbiadene Patrimonio Unesco (ph. Germana Cabrelle)

sede mostra annuale Prosecco (ph. Germana Cabrelle)

Sede della mostra annuale del Prosecco (ph. Germana Cabrelle)

Quei dolci rilievi collinari del trevigiano, con viti a perdita d’occhio, culla del vitigno Glera, dal quale si trae il vino bianco mosso più famoso al mondo, il Prosecco per l’appunto, ora sono anche un bene dell’umanità.

Uno straordinario risultato per l’Italia – e per il Veneto in particolare.

Tralci di Glera sulle Colline del Prosecco (ph. Germana Cabrelle)

Tralci di Glera sulle Colline del Prosecco (ph. Germana Cabrelle)

Sono stati valorizzati i caratteri distintivi e le tradizioni di un paesaggio culturale di eccezionale valore mondiale, grazie al lavoro sinergico tra le diverse istituzioni coinvolte: il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e del Turismo, la Rappresentanza Permanente presso l’UNESCO, la Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, la Regione del Veneto, gli enti locali e il Consorzio di Tutela del Vino Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG.

Letto questo?  BOCUSE D’OR Alessandro Bergamo guiderà il team Italia alla finale europea di Tallinn 2020

La Decisione del Comitato UNESCO, nel riconoscere l’autenticità e l’integrità del sito, l’efficacia del sistema di protezione e gestione messo in atto dalla autorità italiane, ne sottolinea il valore quale paesaggio vitivinicolo emblematico, prodotto del lavoro dell’uomo che ha saputo adattarsi e trasformare, in armonia, un contesto ambientale difficile per la particolare geomorfologia, sviluppando pratiche specifiche per l’uso del suolo.

Il territorio di Conegliano Valdobbiadene (ph. Germana Cabrelle)

Il territorio di Conegliano Valdobbiadene (ph. Germana Cabrelle)

Il sito va ad arricchire l’insieme dei beni italiani presenti nella prestigiosa Lista UNESCO, confermando ancora una volta la grande attenzione mondiale nei confronti dell’Italia.

Germana Cabrelle

Scrivo per professione dal 1982 e collaboro regolarmente con quotidiani e riviste cartacee e online a tiratura nazionale. Mi occupo di turismo e destinazioni, architettura d’interni e life style, attualità, economia, food&wine. Giornalista professionista, in aggiunta alla mia formazione, agli inizi degli anni Duemila ho conseguito il diploma di scuola alberghiera all’Ippssar Maffioli di Castelfranco Veneto (Treviso) per trattare con cognizione e da esperta il settore della ristorazione e dell’hotellerie, che è un affascinante mondo nel mondo. Amo fotografare con colpo d’occhio e sguardo interiore. Sono stata insignita di menzione speciale “Premio Penna d’Oca 2017” indetto da Assostampa Padova e dall’Ordine del Giornalisti del Veneto. Ho ideato slogan e claim per campagne pubblicitarie e loghi per onlus di cui sono fondatore. In un impeto di ironia creativa e di passione tentacolare per il Mare Nostrum, nel 2008 ho creato il taccuino d’appunti squisitamente veneto, Moskardin, che è diventato un brand e un marchio registrato. Per coniugare sapere e sapori, calamaro e calamaio.

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top