Viaggi del Gusto Magazine

VdG Magazine – i Viaggi del gusto, è un magazine online di approfondimento sul mondo dell’enogastronomia, del turismo, della ristorazione e del Made in Italy nella sua accezione più ampia.

Menù

Ultimi articoli

Chiese a cielo aperto

2 Ottobre, 2020

Per il Gambero Rosso la viticoltrice dell’anno è Antonella Lombardo

Shares

Che coraggio deve aver avuto Antonella Lombardo nell’abbandonare la sua rassicurante toga da avvocato indossata in una delle città più glamour d’Italia – Milano – per rivoluzionare completamente non solo il suo vestiario, ma la sua stessa vita decidendo di diventare viticoltrice. Un coraggio da leoni che al tempo record di poco più di un anno le hanno consentito di progettare ed avviare la sua nuova attività in terra di Calabria con la quale si è conquistata il titolo di VITICOLTRICE DELL’ANNO 2021 per la guida GAMBERO ROSSO.

Vigneto azienda Antonella Lombardo – Foto © Gambero Rosso

Vignaiolo dell’anno

Un risultato a dir poco eccezionale che va ad esaltare l’impegno, il metodo, l’imprenditorialità e la capacità di Antonella di mettersi in gioco in prima persona. Il premio infatti seleziona periodicamente il vignaiolo più rappresentativo dell’enologia italiana con riferimento al coinvolgimento diretto della persona in tutte le fasi della produzione con i propri mezzi e i propri strumenti.

La capacità di fare squadra

E non si tratta di una mera definizione motivazionale. Poco dopo l’avvio del progetto che ha riportato la neo-imprenditrice nella sua terra d’origine – Bianco in provincia di Reggio Calabria – è scoppiata infatti l’epidemia da Covid mettendo subito alla prova le capacità di problem-solving e di adeguamento all’imprevedibilità della campagna della Lombardo.

La bassissima disponibilità di manodopera e le limitazioni agli spostamenti sono state in qualche modo compensate dalla sua presenza costante in vigna e dalla sua capacità di fare squadra con i suoi operai nell’apprendere e partecipare concretamente al processo produttivo.

Letto questo?  50 Top Italy 2021, fotografa il meglio della ristorazione italiana

Vigneti millenari

In quelle che è nota come ‘costa dei gelsomini’ la presenza dei vigneti affonda in una storia millenaria che va indietro fino allo sbarco dei Greci nel VIII sec a.c.  Qui Antonella ha impiantato coltivazioni sia ad alberello che a spalliera, a regime biologico, trattate con interventi di potatura, aratura, zappatura e legatura e uso esclusivo di rame e zolfo mediante procedure rigorosamente manuali.

Azienda fra tradizione e modernità

La tecnologia non manca nell’azienda Lombardo; né la presenza di consulenti e tecnici di un certo profilo, ma è la struttura morfologica del territorio a rappresentare un’importante chiave di volta del suo business. Lo scenario di fondo accoglie marne argillose calcaree; piante baciate dal sole e sferzate da brezza marina, nonché un mix di odori di gelsomino e zagare frammiste a sentori agrumati di cui è fitta la vallata.

i vini di Antonella Lombardo – foto © Francesco Saverio Russo

Antonella Lombardo, con un colpo di reni e chiarezza d’intenti, è intervenuta sulla sua storia; su un patrimonio a rischio di estinzione decidendo di recuperare varietà autoctone come il Gaglioppo, il Nerello Mascalese, il Calabrese Nero e il Greco di Bianco, nonché di alcuni vitigni come il Mantonico e Alicante radicati nella storia del territorio e ad oggi quasi completamente scomparsi.

 

Antonella Aquaro

Al detto: ‘La passione non è cieca, è visionaria’ (Stendhal), io aggiungerei che è anche tenace e persistente, come poche cose nella vita. Da giovanissima, non avevo ancora imparato a camminare, ma sapevo già della mia sottile affinità con la scrittura, così come con il mondo delle arti creative che nel tempo sarebbero diventate il mio mondo. Giornalista pubblicista ed arteterapeuta, ho il dono della curiosità; il desiderio continuo dell’esplorazione, della conoscenza e della crescita; della manualità che mi porta a toccare e vivere con mano le varie esperienze della vita per fissarne le emozioni. Ho fatto del cibo, dei viaggi, del design, della creatività - declinata nelle sue numerose forme e coloriture - il fulcro del mio lavoro. A chiudere il cerchio, la scrittura, la mia dimensione assoluta che mi rende orgogliosamente libera e capace di interagire ed esprimere le eccellenze e bellezze del pianeta.

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Top