Viaggi del Gusto Magazine

VdG Magazine – i Viaggi del gusto, è un magazine online di approfondimento sul mondo dell’enogastronomia, del turismo, della ristorazione e del Made in Italy nella sua accezione più ampia.

Menù

Ultimi articoli

Palazzo Dama: l’hotel di lusso con la piscina nel centro di Roma

Shares

Si affaccia sul Tevere e sorge a pochi metri dalle chiese gemelle di Piazza del Popolo, a Roma. E’ una villa liberty di superba eleganza, appartenuta alla nobile famiglia italiana dei Malaspina.

Si chiama Palazzo Dama – in omaggio alle nobildonne – ed  è un gioiello architettonico incastonato nel cuore urbanistico della capitale, aperto all’ospitalità di lusso come albergo 5 stelle.

La particolarità di questo posto che lo rende estremamente singolare, è la piscina all’aperto, con le piante di limoni e gli ombrelloni di legno a righe turchesi, che insieme danno vita a un’oasi sorprendente e rara, pressoché unica tra gli hotel di lusso nel centro di Roma. Oltre che puntigliosamente elegante sia fuori che dentro, con alti soffitti e raffinate tappezzerie, Palazzo Dama è un posto dove si respira la cultura, in quanto i marchesi proprietari usavano intrattenersi con diplomatici di varia provenienza. E un po’ questa atmosfera è rimasta intrisa negli angoli adornati con le abat-jour e le scale in ferro battuto.

L’hotel si compone di 29 stanze, fra deluxe (14), junior suite (12), garden suite (1), executive suite (1) e Dama suite (1).

Il colore degli interni delle camere di Palazzo Dama è un’alternanza di blu oltremare e verde salvia, una palette riposante, ripresa in tutto l’hotel. La ricercatezza del design contemporaneo scelto per le camere, innestato con lo stile classico, incontra il comfort e il benessere, per offrire agli ospiti un soggiorno di tutto relax.

Alle pareti si vedono stampe di celebri fotografi, così come le mensole sono impreziosite da libri d’arte, in un susseguirsi di occasioni curiose per ammirare il bello e godere del buono. Perché, a proposito di buono, all’interno di Palazzo Dama c’è il Pacifico Restaurant – oltre al Bar Pisco e il Club Raspoutine – condotto dallo chef Jaime Pesaque.

Letto questo?  Agrirelais, una sosta in Sicilia all’insegna del vino e della biodiversità

Insomma: un indirizzo del quale tenere conto per un’occasione speciale, sia essa un avvenimento d’affari o incontro romantico. O anche, semplicemente, un angolo di pace dove gustare un cappuccino, un tè o un aperitivo, mentre i raggi del sole romano si stemperano sulla città.

Germana Cabrelle

Scrivo per professione dal 1982 e collaboro regolarmente con quotidiani e riviste cartacee e online a tiratura nazionale. Mi occupo di turismo e destinazioni, architettura d’interni e life style, attualità, economia, food&wine. Giornalista professionista, in aggiunta alla mia formazione, agli inizi degli anni Duemila ho conseguito il diploma di scuola alberghiera all’Ippssar Maffioli di Castelfranco Veneto (Treviso) per trattare con cognizione e da esperta il settore della ristorazione e dell’hotellerie, che è un affascinante mondo nel mondo. Amo fotografare con colpo d’occhio e sguardo interiore. Sono stata insignita di menzione speciale “Premio Penna d’Oca 2017” indetto da Assostampa Padova e dall’Ordine del Giornalisti del Veneto. Ho ideato slogan e claim per campagne pubblicitarie e loghi per onlus di cui sono fondatore. In un impeto di ironia creativa e di passione tentacolare per il Mare Nostrum, nel 2008 ho creato il taccuino d’appunti squisitamente veneto, Moskardin, che è diventato un brand e un marchio registrato. Per coniugare sapere e sapori, calamaro e calamaio.

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Top