Viaggi del Gusto Magazine

VdG Magazine – i Viaggi del gusto, è un magazine online di approfondimento sul mondo dell’enogastronomia, del turismo, della ristorazione e del Made in Italy nella sua accezione più ampia.

Menù

Ultimi articoli

Sua Maestà il pomodoro

12 Luglio, 2020

A Roma gli hotel si raccontano: tornano le passeggiate tra storia e bellezza

Shares

Una passeggiata tra le bellezze (e le bontà) racchiuse nei luoghi, ma soprattutto tra gli edifici storici e tra i monumenti della città eterna. Gli alberghi si raccontano è il tema scelto quest’anno dall’Hotel Diana e dell’Associazione Culturale “I Percorsi delle Muse” come fil rouge di una serie di itinerari iniziati lo scorso 8 febbraio e che andranno avanti fino a maggio. A tutti (e non solo agli ospiti degli alberghi) sarà concessa l’emozione di respirare i luoghi di Roma ricchi di storia, arte e aneddoti, talvolta sconosciuti.

Un’iniziativa dell’Hotel Diana

L’iniziativa, volta anche a valorizzare il binomio cibo-cultura, nasce da un’idea di Caterina De Angelis fautrice della rassegna e responsabile degli eventi speciali all’Hotel Diana, fulcro delle passeggiate e delle visite guidate. L’Hotel di via Principe Amedeo è uno dei 48 alberghi che aderiscono al neo-nato Comitato Alberghi Storici di Federalberghi Roma. Un’iniziativa che intende valorizzare le tradizioni storico-culturali della capitale, anche attraverso l’arte e il cibo, e che raccoglie 48 strutture, tra Roma e provincia, attive prima del 1950.

Il panoramico Roof garden dell’Hotel Diana. Foto: D’Apollonio. Courtesy Hotel Diana

“Nel 2019 – continua De Angelis – abbiamo creato una serie di iniziative per festeggiare gli 80 anni del nostro Hotel fondato dal nonno Benedetto nel 1939. Nonno divenne famoso anche per aver portato per primo i turisti con il ‘torpedone’ in giro per la città e in gite fuori porta fino a spingersi a Pompei, Sorrento e Capri, meritando la cittadinanza onoraria di Sorrento. Con lo stesso spirito che lo animava, abbiamo voluto creare un percorso insolito alla scoperta di Roma, anche per chi la vive tutti i giorni. Lo scorso anno l’iniziativa ha avuto un grande successo, al punto che abbiamo pensato di replicarla, grazie alla mia esperienza come storica dell’arte e alla disponibilità delle mie colleghe dell’Associazione”. Non è la prima volta che l’Hotel Diana propone il binomio cibo-arte.

“Dal 2009 – prosegue De Angelis – organizziamo anche cene a tema. Un modo per legare il nostro albergo agli eventi culturali della città. Finora abbiamo organizzato cene dedicate a Canova e agli Impressionisti (in mostra in città). La prossima cena a tema sarà invece dedicata a Raffaello, in concomitanza con la grande mostra che inaugurerà il prossimo 5 marzo alle Scuderie del Quirinale (ancora top secret il menu). Ovviamente cerchiamo sempre di attenerci il più possibile alle pietanze dell’epoca, attualizzandole un po’ per cercare di incontrare i gusti di tutti”.

Ma torniamo alle passeggiate tra gli alberghi che si raccontano. A ciascun percorso seguirà un aperitivo, una cena o un brunch nei luoghi delle visite.

Letto questo?  Judeka Wine Relais, sosta rigenerante in un viaggio a cinque sensi

Il Grand Hotel de la Minerve si racconta

Dopo la passeggiata all’Hotel Mediterraneo di via Cavour, autentico esempio di Art Déco a Roma, tenutasi lo scorso 8 febbraio, la prossima passeggiata si terrà, sabato 22 marzo, al Grand Hotel de la Minerve, abbinata alla visita alla vicinissima Santa Maria sopra Minerva. Questa chiesa è uno scrigno di tesori, dalla statua del Cristo risorto di Michelangelo alla bellissima Cappella Carafa affrescata da Filippino Lippi.

Il Palazzo che oggi ospita il Grand Hotel fu, invece, costruito nel 1620 come dimora dell’aristocratica famiglia portoghese dei Fonseca. Divenuto, nell’Ottocento, meta preferita di artisti, ricchi aristocratici, uomini di chiesa e intellettuali che lo scelsero come residenza, ebbe tra i suoi illustri ospiti anche Stendhal, Cavour, Picasso.

Hotel Minerva (lobby). Courtesy Hotel Minerva

La visita riguarderà soprattutto il salone principale, dominato da una statua della Minerva, realizzata dallo scultore Rinaldo Rinaldi, primo allievo di Canova.

Hotel Minerva Roof Garden. Courtesy Hotel Minerva

Nel giardino segreto dell’Hotel de Russie

Il 18 aprile sarà invece la volta dell’Hotel de Russie di via del Babuino, lussuoso scrigno nel cuore di Roma, con Stravinskij Bar, la De Russie Spa. Gli ospiti si intratterranno soprattutto nel lussureggiante giardino segreto, una festa per gli occhi, con i roseti profumati, gli alberi di pino e di arancio, il fruscio della piccola cascata che scorre tra i tre ninfei.

Hotel de Russie – Le Jardin de Russie. Courtesy Hotel de Russie

 

RFH Hotel de Russie – De Russie Spa. Courtesy Hotel de Russie

Tra le monumentali sale del Grand Hotel Plaza

A maggio toccherà invece al Grand Hotel Plaza raccontarsi, con il suo abito architettonico monumentale e l’abbraccio floreale dei giardini, nelle due ampie terrazze panoramiche che ne cingono il quinto piano.

Inaugurato verso il 1865, divenne rapidamente punto d’incontro di viaggiatori, nobili, ambasciatori, artisti, dignitari politici e regnanti in visita a Roma. Presto il nome di Albergo Roma fu mutato in quello, più internazionale, di “Plaza”.

Grand Hotel Plaza, Salone delle Feste. Courtesy Grand Hotel Plaza

Tuttora utilizzato anche come set cinematografico, ebbe tra i suoi illustri ospiti anche Luchino Visconti. Tra le sue sale il regista ritrovò quelle atmosfere del XVIII e XIX secolo a lui care. Gli interni de “L’innocente” furono girati proprio nei sontuosi saloni dell’Hotel.

Grand Hotel Plaza, Piano Bar Mascagni. Courtesy Grand Hotel Plaza

La visita al Plaza si snoderà tra l’ingresso, il salone centrale, il ristorante, la sala colazione, il bar per concludersi con un aperitivo in terrazza.

Come partecipare alle passeggiate

Le passeggiate sono aperte a tutti, non soltanto agli ospiti degli alberghi interessati. L’importante è registrarsi e tesserarsi all’Associazione culturale I Percorsi delle Muse. Il costo della tessera è di 5 euro, cui si aggiungono 22 euro (per visita e aperitivo).

Le visite sono a numero chiuso (massimo 25 persone). Per prenotare le passeggiate si consiglia pertanto di chiamare ai numeri 06.47868833/06 – 47868401/338.8324983 o scrivendo una mail a ipercorsidellemuse@yahoo.com.

Samantha De Martin

Adoro viaggiare, inseguire saperi e sapori vicini e lontani per tornare “alla base” sempre diversa dopo aver fotografato, ascoltato, esplorato nuovi pezzetti di mondo. Sono giornalista professionista freelance, amo l’archeologia, l’arte neoclassica e le chiacchiere con il mare mentre faccio vela, mi piace assaporare con lentezza la cucina che racconta i territori e le tradizioni popolari. Da Reggio Calabria, dove sono nata e ho frequentato il Liceo Classico, sono partita presto per raggiungere Roma dove mi sono laureata in Lettere Classiche e in Linguistica. Scrivo di arte e turismo. Pensando al prossimo viaggio.

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Top