#8Marzo e i luoghi comuni

L’8 Marzo sembra non andare più di moda. Le donne fingono di non voler più festeggiare questo giorno a loro dedicato, perchè è un segno di ghettizzazione. Anche se ancora c’è molta strada da fare oggi tutti i giornali dedicheranno servizi, paginate, ritratti a quella minoranza di figure apicali che rappresentano la rivincita del sesso debole. Loro diranno che il giorno della donna è tutti i giorni!I luoghi comuni si sprecheranno e sui social fioccheranno mazzi di rose e mimose con frasi in cui le donne sono diamanti, gioielli, esseri superiori, bellissime dentro e fuori.

“La bellezza di una donna non è nell’aspetto del viso. La vera bellezza di una donna si riflette nella sua anima, consiste nell’amore che dona e nella passione che mostra”. Audrey Hepburn

 

Salviamo le mimose

Le mimose sembrano piacere a tutte e un fiore non si rifiuta mai: anche in questo caso però avanza l’esercito delle salvatrici delle piante. All’urlo “salvate le mimose”! rendono quello che poteva essere un gesto di galanteria maschile uno scempio.

“Per l’8 Marzo lasciate le mimose sulle piante e ragalateci ogni giorno affetto e amore che non appassiscono mai” cit.

Buttiamola sul cibo

Ed ecco che allora tutto si riduce ad un augurio culinario. Ce la siamo voluta diciamo così! Panini con la porchetta torta mimose, polenta sostituiscono il classici auguri per la festa della donna. “non ve dimenticate la mimosa” La torta!

 

Sembriamo non disdegnare neppure panini con la porchetta…

Anche il cocktali mimosa è meglio di un mazzetto per brindare ai nostri successi

Letto questo?  Un luglio di sapori nelle feste dello "Stivale"

….ma un piatto di polenta gialla sembra essere il Top quanto ad effetto sorpresa.