Viaggi del Gusto Magazine

VdG Magazine – i Viaggi del gusto, è un magazine online di approfondimento sul mondo dell’enogastronomia, del turismo, della ristorazione e del Made in Italy nella sua accezione più ampia.

Menù

Ultimi articoli

Dolce mestiere

2 Dicembre, 2021

Appuntamenti d’autunno in Sicilia, tra castagne, olio e vino

Shares

Due giorni dedicati alla “cultura” del castagno che dall’Etna attraversa tutta la Sicilia, fino alle Eolie e Pantelleria nei cui boschi sono censiti esemplari di questo nobilissimo albero. I prossimi 19 e 20 novembre a Milo, Catania, si terrà la terza edizione della Festa degli Alberi. Ad Agrigento, invece, il 19 novembre appuntamento con Valle dei Templi Oil and Wine.

Appuntamenti d’autunno in Sicilia

Foto ©Turi Caggegi

Omaggio al castagno

Organizzata dall’associazione culturale Trucioli in occasione della Giornata nazionale degli alberi che si celebra ogni anno il 21 novembre. Altissimi, nobilissimi. Generosi di ombra e frutti, custodi di rigogliosi sottoboschi e di ecosistemi delicatissimi. In alcuni casi, come sull’Etna, maestosi patriarchi verdi con millenni di storia: un po’ leggenda, più spesso cronaca documentata da studi botanici già nel 1611 e in seguito diffusa in Europa da taccuini e acquerelli dei viaggiatori del Grand Tour.

Ai castagni e alla castanicoltura in Italia e in Sicilia è dedicata la due giorni che si svolgerà all’Ecomuseo del Castagno di Fornazzo, minuscola frazione montanara di Milo, dove peraltro sono in funzione ben sei segherie, legate a doppio filo alla coltura dei castagni i cui boschi sono “cedui”, soggetti cioè ad essere tagliati periodicamente (con cicli di 12, 14 o 24 anni), previa autorizzazione della Forestale e del Parco, dai i legnamai. Dopo il taglio dalla ceppaia ricrescono nuovi fusti (polloni).

La giornata di sabato

Ricco di interventi il convegno di sabato 19 novembre. Interverranno: Carlo Caputo (Presidente Ente Parco dell’Etna); i botanici Pietro Minissale (UniCT) e Tommaso La Mantia (UniPa) che tracceranno la storia e il ruolo del castagno nell’ecosistema forestale siciliano; Giuseppe Campo e Sebastiano Vecchio (Osservatorio per le Malattie delle Piante, Acireale) che parleranno del progetto di lotta biologica al cinipide del castagno; dal Trentino arriverà Fulvio Viesi (Associazione Tutela Marroni di Castione, TN) per illustrare le possibili innovazioni della filiera; dalla Calabria Maria Antonietta Mascaro e Giuseppe Talarico – Comunità per la tutela e la valorizzazione dei castagneti del Reventino (CZ); la rete di Slow Food sarà presente con Riccardo Randello e Rosaria Olevano, che riferirà sui numeri della castanicoltura in Italia.

Vino novello e macerazione carbonica

Infine tappa enologica con un focus sul vino novello e la macerazione carbonica, come antico metodo di vinificazione dei rossi: a parlarne sarà Danilo Trapanotto, delegato di Onav Catania. A seguire cena a tema autunnale a cura delle mamme di Milo che cucineranno ricette della tradizione e piatti stagionali come i tortelli di zucca e le pappardelle con farina di castagne.

Jean Houel, Castagno dei cento cavalli, 1745 (San Pietroburgo)

La Festa degli Alberi

La domenica sarà ricca di attività all’aperto con le escursioni al Castagno dei 100 cavalli a Sant’Alfio dove saranno raccolti i frutti da interrare per il laboratorio per bambini. Quindi si proseguirà verso il castagno “La nave”. A fare da guida saranno i professori La Mantia e Minissale insieme con Viesi. Mentre all’Ecomuseo si parlerà dei funghi dei castagneti etnei con l’associazione micologica Bresadola. Nel pomeriggio, nel parco dell’Ecomuseo, i bambini pianteranno i “figli” del castagno secolare e un ulivo donato dall’associazione Rifiuti Zero Sicilia. Il pranzo sarà a cura delle cuoche di comunità.

Letto questo?  Nelle Marche si festeggia la Cicerchia

foto Alex Ramsey

La “Festa degli Alberi” ha il patrocinio dei Comuni di Milo e Sant’Alfio, del Parco dell’Etna, delle Università di Catania e Palermo, del Mipaaf (Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali), dell’Assessorato regionale all’Agricoltura e dell’Associazione micologica Bresadola di Catania.

Valle dei Templi Oil and Wine

Appuntamento il 19 novembre ad Agrigento con l’edizione zero di Valle dei Templi Oil and Wine, la manifestazione organizzata dalla Strada del Vino e dei Sapori della Valle dei Templi che mira a far conoscere le eccellenze del territorio agli appassionati, ai winelovers e ai professionisti del settore enogastronomico.

L’evento si terrà nella sala Tommaso Fazello del Museo Archeologico “Pietro Griffo” della Valle dei Templi e sarà un’occasione unica per incontrare più di 20 produttori, conoscere e degustare fino a 50 etichette, partecipare ad un convegno e due masterclass con esperti del settore. Sarà un viaggio sensoriale alla scoperta dei due vini principe della Sicilia, il nero d’Avola e il grillo nonché di alcuni oli del territorio.

Il programma della giornata

La manifestazione prenderà inizio alle ore 9.30 con il convegno dal titolo “Il Nero d’Avola della Strada del vino della Valle dei Templi, stato dell’arte e prospettive di sviluppo dei vini del territorio della Valle dei Templi” con i relatori Roberto Sciarratta, direttore del Parco e del Museo della “Valle dei Templi”, Giovanni B. Ficani coordinatore del Consorzio Doc Sicilia, Tonino Guzzo enologo, Francesco Baldacchino delegato AIS Sicilia, Calogero Romano agronomo e Luigi Bonsignore, presidente della Strada del Vino e dei Sapori della Valle dei Templi.

Alle 12.00 seguirà una masterclass sul nero d’Avola, condotta dal delegato AIS di Palermo, Luigi Salvo. Alle ore 15.00 è prevista la masterclass sull’olio evo guidata da Massimo Carlino dell’Accademia Val Paradiso. Contemporaneamente saranno aperti, gratuitamente, i banchi d’assaggio delle aziende partecipanti.

Queste le aziende aderenti: Azienda Agricola G.Milazzo, Baglio del Cristo di Campobello, Cva Canicattì, Vitivinicola Lombardo, Luna Sicana, Azienda Agricola Baglio Bonsignore, Tenute Cuffaro, Bagliesi Vini Bio, Azienda agricola Giuseppe Camilleri, Val Paradiso, Tenute Lombardo, Azienda agricola Vella, Azienda agricola Salamone, Terre di Zaccanello, Morgante Vini, Azienda Olio Carbonia, Masseria del Feudo, Diodoros (prodotti dell’Ente Parco della Valle dei Templi).

Gianna Bozzali

Siciliana, originaria di Vittoria. Una laurea in Scienze e Tecnologie Alimentari e tante esperienze maturate nel mondo della comunicazione enogastronomica, sia in Tv sia grazie alla collaborazione con testate giornalistiche di settore. Giornalista e critico gastronomico, amo narrare le storie più semplici ma al tempo stesso le più vere ed emozionanti, come quelle dei casari, dei contadini e dei pescatori perché anche il più piccolo produttore ha un racconto di vita che merita di essere “ascoltato”.

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top