Viaggi del Gusto Magazine

VdG Magazine – i Viaggi del gusto, è un magazine online di approfondimento sul mondo dell’enogastronomia, del turismo, della ristorazione e del Made in Italy nella sua accezione più ampia.

Menù

Ultimi articoli

Puglia senza tempo

2 Febbraio, 2021

Giugno in Sardegna Slow Food, racconti di vino

Shares

La Sardegna e l’arcipelago della Maddalena si stanno organizzando per ospitare dal 25 giugno al 23 luglio, un mese di eventi a cura di Slow Food. Un intero mese di incontri e degustazioni, in modalità digitale ma anche in presenza, con presentazioni di produttori e prodotti e, occasioni per conoscere la gastronomia dell’arcipelago. Il tema centrale su cui si sta lavorando è quello della sostenibilità e della valorizzazione del patrimonio culturale legato alla tradizione gastronomica in questi territori. Noi le conosciamo come paradisi balneari, e non sempre le valutiamo come dimore preziose di biodiversità naturale e culturale.

Giuseppe Garibaldi

L’arcipelago della Maddalena è legato al nome del suo più illustre abitante ovvero Giuseppe Garibaldi, che riuscì a trasformare gran parte dell’Isola di Caprera in una azienda agricola. L’evento sarà quindi proprio incentrato sui temi della produzione e della trasformazione sostenibile e di prossimità. Continua anche quest’anno il contest Food for Change: A Tavola con Garibaldi, una competizione che sfida cuochi e barman a ripensare l’uso delle materie prime, a partire da provenienza, metodi di preparazione e sprechi lungo la filiera del cibo. Guida del contest è la “dispensa di Garibaldi”, ovvero un vademecum delle produzioni agricole, ricavato da un’attenta ricerca storica su ciò che Garibaldi produceva a Caprera e che amava mangiare.


Vite e vite, racconto di … vino

Segue questo filo il focus narrativo dell’edizione 2021, concentrandosi sulle relazioni tra l’essere umano e la vite. Un susseguirsi e un raccontare l’intreccio tra la vitis vinifera e le vite vissute da chi, prendendosene cura, si è reso protagonista dei cambiamenti dei paesaggi e della storia dei luoghi. Come Garibaldi, che nel lontano 1864 promosse l’arrivo di alcuni vitigni a Caprera affinché mettessero radici sulle sponde isolane. Una storia interrotta con l’abbandono dell’agricoltura nell’Arcipelago e che oggi può rappresentare lo spunto per un nuovo inizio.

I laboratori del gusto in Sardegna

Un programma di appuntamenti pensato sia per la partecipazione in presenza, in sicurezza per piccoli gruppi, sia per la massima diffusione digitale, attraverso le dirette streaming sul sito di Giugno Slow. Gli organizzatori distribuiranno, in una serie di locali dell’Arcipelago, speciali kit di degustazione per ogni appuntamento. I kit potranno essere prenotati e ritirati in sicurezza, per godersi la degustazione scegliendo liberamente la propria location, semplicemente connettendosi al sito dell’evento.

Letto questo?  Umbria, passeggiate & buon gusto, tra borghi, ulivi e fattorie

Sardegna in bici

La Sardegna regala mare e spiagge da sogno, un’enogastronomia d’autore, ma anche percorsi storici culturali naturalistici rilevanti. In bicicletta o a piedi potete seguire la costa o andare alla scoperta dei misteriosi nuraghi: ad esempio lungo il percorso del Sulcis Iglesiente, o nella Valle del Lanaitto o Prigionette – Punta Giglio, o i percorsi cittadini di Cagliari con il suo quartiere fortificato medievale in collina e la Marina, o il Bastione di San Remy, uno dei simboli della città. Per i più audaci ci sono anche percorsi impegnatici come la Transardinia, ovvero la traversata della Sardegna in MTB, quasi 500 km con oltre 13.000 mt di dislivello attraverso le montagne più belle e selvagge dell’isola. Se volete fare un percorso in cerca di spiagge da Alghero a Bosa sono quasi 50 km, impegnativi, dei quali l”87% su asfalto. Oppure potete seguire il vecchio tracciato della ferrovia dismessa, da Monti a Tempio Pausania, 35 km con difficoltà media.

Da non perdere

I nuraghi sono costruzioni in pietra a forma di cono senza punta, unici nel loro genere sono ciò che rimane della civiltà nuragica. Ad Alghero si trovano le grotte di Nettuno, dedicate al dio del mare, si estendono per circa 6 km. Il Golfo di Orosei è famoso per le Grotte del Bue Marino, fatte di stalattiti e stalagmiti che si riflettono nelle acque. Tra le cittadine più caratteristiche vi citiamo Castelsardo, borgo medioevale incluso tra “I borghi più belli d’Italia”.


Da gustare

Sicuramente i malloreddus, gnocchetti che spesso sono conditi con salsiccia, pomodoro e pecorino. I culurgioni, ravioli di semola ripieni di ricotta e spinaci. Il porceddu, un maialino da latte, cotto per diverse ore. Il pecorino sardo e il Fiore sardo tra i formaggi. Il pesce poi lo si trova in tantissimi piatti e nelle gustose zuppe come la Sa cassola o la Sa burrida. Come dite, pane? Il Pane carasau, dischi di pane sottili e croccanti. Tra i dolci assaggiate le pardulas, dischi di pasta cotti al forno ripieni di pecorino, scorza di limone e zafferano; oppure le Pabassinas, dolcetti fatti con uva sultanina e noci.

Marzia Dal Piai

Pur non essendo una grande cuoca amo mangiare bene e sono curiosa. Sicuramente i dolci sono le cose che riesco a fare meglio, sono davvero golosa! Giornalista professionista sono passata dal raccontare la cronaca per quotidiani e televisioni, ad occuparmi di sport e turismo mie grandi passioni da sempre. L'ho fatto come cronista e anche come ufficio stampa. Il buon cibo e lo sport, fatto con amore, riempiono la vita mia e della mia famiglia. Mi piace conoscere, viaggiare e incontrare persone nuove.

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top