Viaggi del Gusto Magazine

VdG Magazine – i Viaggi del gusto, è un magazine online di approfondimento sul mondo dell’enogastronomia, del turismo, della ristorazione e del Made in Italy nella sua accezione più ampia.

Menù

Ultimi articoli

Dolce mestiere

2 Dicembre, 2021

Nelle Marche si festeggia la Cicerchia

Shares

Cucinata nella terra del Verdicchio, tra magiche colline, viene coltivato un legume antico, la Cicerchia. Conosciuta e ampiamente utilizzata già dagli antichi Romani la cicerchia è un legume che ha pochi grassi e molti amidi. Averla in dispensa, costituiva una garanzia per l’imminente inverno perché ha un buon rapporto proteico superiore del 30% a quello dei ceci, del pisello e della lenticchia.

Cicerchia di Serra de Conti

Oggi è diventata un elemento di identità delle Terre del Verdicchio, in particolare di Serra de Conti, una cittadina, in provincia di Ancona, che si adagia sulle alture della Valle del fiume Misa e che offre un suggestivo scorcio paesaggistico e urbano che solo gli antichi borghi medievali sanno donare. Qui tra cosparse di coltivazioni ordinate e colorate, viene coltivata la Cicerchia, che cresce anche nei terreni marginali e più impervi e per questo simboleggia la volontà di resistere anche in situazioni avverse.

Un legume con 5 “b”

Qui c’è la cicerchia è davvero “bbbbbuona” dicono in paese. Cucinata in tanti modi, ma quello più apprezzato è nella pagnotta svuotata dalla mollica e ripiena di zuppa calda di cicerchia. Nel week end dal 25 al 27 novembre si tiene una festa senza eguali dedicata a sua maestà la Cicerchia. Si potrà gustare nelle diverse cantine del buon fusto insieme a tante altre specialità del territorio a partire dal Lonzino di Fichi e dalla Sapa in abbinamento al delizioso vino di visciola.

Non solo buon cibo

A Serra de’ Conti meritano una visita anche il Museo delle Arti Monastiche, Una struttura unica nel suo genere che racconta oltre cinque secoli di vita claustrale attraverso gli oggetti della vita quotidiana e delle attività manuali delle monache. Oltre al Chiostro di San Francesco annesso al Palazzo Comunale, da visitare anche il Monastero di Santa Maria Maddalena. E da non perdere il percorso panoramico di San Paterniano.

Letto questo?  Dietro le Stelle. Il lato oscuro della ristorazione italiana

Info web

info@fuoriporta.org – FB www.facebook.com/fuoriportaweb

Claudio Porchia

Giornalista, scrive su riviste e quotidiani e cura rubriche gastronomiche su diverse testate online. Promuove eventi culturali ed è direttore del premio letterario “Libri da Gustare”. Ha realizzato ricerche e prodotto documentari ed ha scritto diversi libri, fra cui uno dedicato alla storia del Festival della Canzone di Sanremo. Ha curato le ultime pubblicazioni di Libereso Guglielmi, conosciuto come il Giardiniere di Calvino. Presidente dell’Associazione Ristoranti della Tavolozza, riferimento importante per chi vuole scoprire la cucina regionale autentica, dove tradizione e accoglienza sono insieme protagoniste. Pubblica una guida dei migliori ristoranti del Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta.

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top