Viaggi del Gusto Magazine

VdG Magazine – i Viaggi del gusto, è un magazine online di approfondimento sul mondo dell’enogastronomia, del turismo, della ristorazione e del Made in Italy nella sua accezione più ampia.

Menù

Ultimi articoli

La frascatola

6 Dicembre, 2023

Taste, breve guida agli appuntamenti di Firenze

Shares

Tre giorni di assaggi, masterclass, approfondimenti sia per i professionisti del settore che per gli appassionati gourmet: da sabato 4 a lunedì 6 febbraio alla Fortezza da Basso di Firenze arriva Pitti Taste 2023, la rassegna che trasforma il capoluogo toscano nel centro della food culture.

Tre giorni da vivere d’un fiato tra assaggi, degustazioni, approfondimenti a cavallo tra gastronomia e cultura, sia per i professionisti del settore che per gli appassionati gourmet. Da oggi e fino a lunedì 6 febbraio a Firenze va in scena Pitti Taste 2023, la rassegna che trasforma il capoluogo toscano nel centro della food culture e che, per il secondo anno consecutivo, va in scena alla Fortezza da Basso. Diversi i temi caldi, dall’ispirazione al jazz – il genere musicale che meglio rappresenta la voglia e la libertà di provare accostamenti inediti e innovativi – al tributo alla pasta come alimento principe della cucina italiana, fino agli amari, protagonisti della Special Area Spirits (dopo il debutto del gin l’anno scorso).

I numeri di Pitti Taste parlano chiaro: ben 538 espositori, con quasi 90 aziende che partecipano per la prima volta, e praticamente tutte le categorie merceologiche rappresentate (salato, dolce, soft drinks, spirits e persino il design), per un’edizione che farà da test al progetto di continuare a tenere le date in sequenza con le edizioni invernali di Pitti UomoPitti  Bimbo e Pitti Filati, anticipando di un mese e mezzo rispetto al passato. Attesi a Taste i buyer stranieri dei più importanti negozi specializzati, aziende della distribuzione food, department store e importatori: tra i mercati di provenienza, Stati Uniti, Francia, Regno Unito, Cina ed Emirati Arabi, mentre debuttano Brasile, India, Polonia, Singapore e Kirghizistan.

Taste 2023

Tanti i momenti di approfondimento all’interno della Fortezza: dai Talk condotti dal “gastronauta” Davide Paolini ai premi speciali assegnati dal Forchettiere allo chef Edoardo Tilli (piatto dell’anno – premio 28Pastai), al ristorante bolgherese Podere Arduino (Miglior ristorante green dell’anno – premio Olio Pujje), da Fernando Pane (personaggio dell’anno – premio Aceto balsamico del Duca) a Luca Manni, autore del Miglior cocktail signature dell’anno – premio Gin’s Tuscany). Da segnalare l’area speciale dedicata agli amari, al piano terra del padiglione centrale, dove trova posto una selezione di etichette artigianali made in Italy. Qui il calendario completo.

Fuori dalla Fortezza, invece, nei giorni della manifestazione tutta Firenze si anima con il calendario off “Fuori di Taste”, tra cene a tema, presentazioni e degustazioni nei locali più belli di Firenze. C’è la mostra “Artender” dedicata all’arte nel mondo del bar e della mixology (Grand Hotel Sina Villa Medici) e curata da Federico Silvio Bellanca, il ciclo di presentazioni presso lHarry’s Bar (Maite Distilleria Libera venerdì 3, le praline di Fabrika Cioccolato Asiago sabato 4, liquorificio Re dei Re sabato 5 e Gin’s Tuscany lunedì 6), le cene a tema come quelle che coinvolgono l’Aceto Balsamico del Duca (protagonista di una cena con i piatti dello chef Giuseppe Papallo di Architettura del Cibo) o la pasta del pastificio artigianale di Gragnano 28Pastai – prima pasta certificata con la blockchain – all’Insolita Trattoria.

E ancora la preview della seconda edizione di Tavola Latina, il format cultural-gastronomico che unisce Firenze al Sud America (lunedì alla Vetreria, con cocktail griffati Dovel e il finger food degli chef Salvo Pellegriti e Fancys Salazar. O la serata al The Stellar, sempre lunedì, con i piatti dello chef Luigi Bonadonna abbinati ai tartufi Savini. Ma gli eventi da non perdere sono moltissimi: venerdì alle 20, al Mercato Centrale in scena “Quando la Toscana incontra la Puglia…dentro una Schiacciata”, uno showcooking dedicato al meridione alla scoperta della schiacciata di Massimiliano Parri e Luisanna Messeri, con Frantoio Muraglia, Salumificio Santoro e la burrata di Andria. Oppure sabato dalle 18,30 Tiratissima ospita “Doppia C: per essere originali”, con il cioccolato al carrello di Noalya Cioccolato Coltivato abbinato alla focaccissima, dall’antipasto al dessert, insieme all’Antica Macelleria Falorni di Greve in Chianti che presenta la sua punta di diamante: il prosciutto affinato sotto la cenere.

Lo storico ristorante Paoli (via dei Tavolini 12R) sabato fa da scenario alla performance live della pittrice Elisabetta Rogai, che dipingerà un ritratto usando il vino di Ruffino, mentre domenica ospita la cena “Fuori di Truffle”, con il tartufo nero pregiato dell’azienda agricola San Pietro a Pettine protagonista di un elegante menu degustazione di tre portate elaborato per esaltarne il suo raffinato gusto e profumo. Infine, domenica dalle 18 alle 20 il nuovo “Il Gusto di Xinge” ospita le specialità Dim Sum con un profumo diverso grazie al caffè Corsini a fare da ingrediente particolare: al bar si esibiranno Davide Pellegrini e Daniel Boccia dell’Opificio Nunquam per i cocktail, mentre i vini prescelti sono della Tenuta Il Palagio di Sting.

Marco Gemelli

Classe 1978, sposato con due bimbi, giornalista professionista dal 2007, è membro della World Gourmet Society, dell’Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana e presidente della Italian Chef Charity Night.

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top