Viaggi del Gusto Magazine

VdG Magazine – i Viaggi del gusto, è un magazine online di approfondimento sul mondo dell’enogastronomia, del turismo, della ristorazione e del Made in Italy nella sua accezione più ampia.

Menù

Ultimi articoli

Chiese a cielo aperto

2 Ottobre, 2020

Delizie gourmet, due ricette facili con i petali di Begonia

Shares

La Begonia è un fiore molto amato e usato dagli chef per il suo sapore acidulo e adatta per molte preparazioni. Non soltanto insalate, macedonie e sorbetti, ma anche deliziose preparazioni gourmet.

Begonia semperflorens (Dragon Wing)

La Begonia, nome botanico Begonia semperflorens, è un fiore molto presente nei giardini italiani anche perchè ha un periodo di fioritura molto lungo, che va dalla primavera all’autunno. Ma in pochi sanno che è anche commestibile. I suoi fiori sono ricchi di vitamine e minerali ed hanno un’azione rinfrescante e anti-infiammatoria. Si mangiano i petali del fiore, ma anche le foglioline giovani possono dare qualche soddisfazione culinaria.

Un fiore dal gusto di limone

Presenta un gradevole gusto di limone, con retrogusto acidulo e leggermente amarognolo. All’olfatto gli aromi sono poco percepibili, ma al palato sprigiona tutta la sua forza: i petali sono succosi, freschi e croccanti. Di norma sono consumati freschi aggiunti alle insalate, alle macedonie di frutta ai gelati e sorbetti, ma accompagnano bene sia piatti di carne che di pesce, originali anche in accompagnamento ai formaggi. La begonia è facile da coltivare perché si adatta a qualsiasi tipo di terreno, cresce bene sia in terra che in vaso, vuole molta luce e preferisce evitare i raggi diretti del sole delle ore più calde. Ovviamente se volete coltivarla per uso commestibile dovrete acquistare le piantine da vivai con praticano coltivazioni biologiche o se avete tempo e pazienza partire dalla semina o se avete fretta riprodurla per talea.

La ricetta dello chef Federico Lanteri

Lo chef Federico Lanteri nell’orto del ristorante

Ecco una ricetta facile, ma in grado di dare grandi emozioni proposta dallo chef Federico Lanteri del ristorante “Il Torrione” di Vallecrosia

Tartarina di gamberi di  Sanremo, insapiditi con acqua di salamoia e rinfrescati da un emulsione di begonia

Ingredienti per 4 persone: 800 g di gamberetti rossi di Sanremo, mezza cipolletta passata prima in acqua, un cucchiaio di acqua di salamoia di olive, olio extravergine di oliva dell’Alta Val Nervia, un ciuffo di rucola, 2 grissini

Per l’emulsione: 100 g olio, 30 g limone, sale e pepe q.b., 10 fiori di begonia

Procedimento: tagliare i gamberi, unirli alla cipolletta tagliata finemente e all’acqua di salamoia. Condire con l’emulsione ed aggiungere altri fiori di begonia. Tostare due grissini e sbriciolarli grossolanamente.

La Begonia nel dessert dello Chef Calidonna

se volete provare la Begonia come dessert vi proponiamo un Tortino caldo di cioccolato al cuore morbido di begonia tratta dal libro “I fiori nel piatto” dello  chef Gianfranco Calidonna

In una terrina facciamo sciogliere a bagnomaria 200 gr di cioccolato extra fondente e 170 gr di burro; intanto sbattiamo con l’ausilio del minipimer o meglio ancora di una frusta elettrica 4 uova intere con 120 di zucchero fino a rendere le uova un composto spumoso e ricco di aria. Incorporiamo al cioccolato fuso con il burro 60 gr di farina setacciata ed per ultimo la spuma di uova e zucchero; prepariamo i petali di begonia passandoli leggermente nello zucchero. Imburriamo gli stampi a creme caramelle e con l’ausilio del sacchetto da pasticceria riempiamo fino a metà gli stampi con il composto al cioccolato innestiamo i petali passati nello zucchero e riempiamo fino quasi al bordo con il composto di cioccolato; portiamo il forno a 180° e inforniamo per 7 minuti . serviamo caldo con una pallina di gelato vaniglia.

Lo chef Gianfranco Calidonna (Credit Photo Edizioni Zem)

Claudio Porchia

Giornalista, scrive su riviste e quotidiani e cura rubriche gastronomiche su diverse testate online. Promuove eventi culturali ed è direttore del premio letterario “Libri da Gustare”. Ha realizzato ricerche e prodotto documentari ed ha scritto diversi libri, fra cui uno dedicato alla storia del Festival della Canzone di Sanremo. Ha curato le ultime pubblicazioni di Libereso Guglielmi, conosciuto come il Giardiniere di Calvino. Presidente dell’Associazione Ristoranti della Tavolozza, riferimento importante per chi vuole scoprire la cucina regionale autentica, dove tradizione e accoglienza sono insieme protagoniste. Pubblica una guida dei migliori ristoranti del Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta.

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Top