Viaggi del Gusto Magazine

VdG Magazine – i Viaggi del gusto, è un magazine online di approfondimento sul mondo dell’enogastronomia, del turismo, della ristorazione e del Made in Italy nella sua accezione più ampia.

Menù

Ultimi articoli

Chiese a cielo aperto

2 Ottobre, 2020

Latte vegetale d’avena fatto in casa, i consigli di Lucia Cuffaro

Shares

L’avena è ideale per tutti, per chi predilige una dieta salutare, per gli intolleranti al latte vaccino e ovviamente per i vegani e vegetariani. È ricca di proteine, di fibre, di vitamine B ed E e possiede un basso contenuto calorico. Oggi parleremo del latte estratto da questo prezioso cereale e di un metodo semplice da fare in casa, mentre per gli approfondimenti potremo consultare il sito di Autoproduciamo dove si potranno seguire altri consigli utili.

L’avena

Si presta bene per l’autoproduzione del latte vegetale, grazie al suo gusto piacevole e alla sua versatilità. La sua autoproduzione è piuttosto semplice e rapida e richiedi pochi strumenti e attenzioni. Basta un pacco di fiocchi d’avena bio (con uno da 1 kg si è autosufficiente per circa 2 mesi) per autoprodurre tanti litri di un gustoso e salutare latte vegetale d’avena (o come si dovrebbe dire “bevanda all’avena”).

Fiocchi d’avena – Foto © Autoproduciamo.it

Latte vegetale d’avena fatto in casa

Ecco un metodo semplificato che potrebbe fare anche un “pollice nero” dell’autoproduzione.

Latte d’avena – Foto © Autoproduciamo.it

Ingredienti: 60 g di fiocchi d’avena bio, 200 ml acqua (per ammollo), 800 ml di acqua (per allungare), 1-2 cucchiai di zucchero integrale di canna (o meglio malto di riso o miele bio o malto di orzo), aromi a scelta (cannella, cacao, vaniglia, ecc.).

Preparazione: Versiamo in un contenitore 200 ml di acqua a temperatura ambiente e 60 g di fiocchi d’avena, i classici per la colazione, da acquistare nei negozi bio. Mescoliamo per qualche secondo e lasciamo trascorre circa 30 minuti prima di proseguire. Trascorso il tempo, frulliamo e filtriamo con attenzione con l’aiuto di un colino. Mettiamo in un barattolo la parte solida, ci potrà servire per arricchire il pane o per fare un dolce all’avena. Aggiungiamo alla parte liquida circa 800 ml di acqua fredda e 1-2 cucchiai di zucchero integrale di canna (o ancor meglio malto di riso o miele bio o malto di orzo) e mescoliamo.

Lucia Cuffaro – Foto © autoproduciamo.it

Il consiglio utile

Volendo possiamo sbizzarrirci con un’aromatizzazione a scelta. Per dare un tocco speziato usiamo della cannella, per i bimbi del cacao in polvere, per rendere questo latte vegetale ancor più profumato dei baccelli di vaniglia. Non ci resta che degustarlo lentamente, per assaporarne sul palato tutto il suo dolce sapore.
Si conserva per 4/5 giorni in frigorifero (si può anche surgelare) e si può utilizzare per preparazioni salate o per dolci, come nel caso della nutella fai da te e dei pancakes vegan.
a cura di Lucia Cuffaro

Redazione Viaggi del Gusto

La redazione di VdgMagazine è composta da appassionati e professionisti del Viaggio e del Gusto. Si avvale di collaboratori dalle molteplici competenze professionali. Tutti accomunati dalla passione per il racconto.

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Top