Viaggi del Gusto Magazine

VdG Magazine – i Viaggi del gusto, è un magazine online di approfondimento sul mondo dell’enogastronomia, del turismo, della ristorazione e del Made in Italy nella sua accezione più ampia.

Menù

Ultimi articoli

A Courmayeur il lusso di una cena servita da una carrucola

Shares

Un aperitivo, un pranzo o una cena in solitaria ai piedi del Monte Bianco serviti da una cesta, tipica dell’artigianato valdostano, che arriva in quota con una carrucola installata dalle Guide Alpine di Courmayeur. È l’esperienza che il resort Auberge de La Maison ha inaugurato nelle ultime settimane e che ha denominato “Le Solitaire”.

“Abbiamo immaginato un atto poetico alpino e ci è venuto in mente una tavola apparecchiata per bene, immersa nei prati con vista Monte Bianco che circondano la nostra Casa – spiega la titolare Alessandra Garin.- E poi la sorpresa, una carrucola alpina, come mezzo per servire quella tavola , un cesto con i sapori più sinceri della nostra cucina e dei nostri vitigni”.

La tavola in solitaria, ai piedi del Monte Bianco.
Insomma, una tavola apparecchiata e due sedie, una di fronte all’altra nel bel mezzo del prato estivo alpino dell’Auberge de La Maison.

Servizio originale in alta quota

Le Solitaire è un’esperienza di privacy e di bellezza: nessun altro Ospite intorno, solo la natura e la compagnia del commensale. Il servizio al tavolo viene effettuato da una cesta di montagna collegata alla cucina. Gli ospiti potranno scegliere se pranzare, cenare, o prenotare aperitivi o degustazioni. Una formula originale da vivere appieno all’Auberge de La Maison nell’era post #Covid-19.

Con le Guide alpine di Courmayeur

“Il sostegno della carrucola  – fa sapere Alessandra Garin – è stato studiato appositamente per noi dalla Società Guide Alpine di Courmayeur, la più antica d’Italia, reinterpretando per un’esperienza di sapore i tecnicismi delle corde di arrampicata. Un cestino colmo di prelibatezze, una tavola imbandita nella natura come estemporanea sala da pranzo, una carrucola come servizio: non è forse questo un atto poetico?”

Letto questo?  In Trentino la felicità è nei dintorni. E parla sottovoce

Germana Cabrelle

Scrivo per professione dal 1982 e collaboro regolarmente con quotidiani e riviste cartacee e online a tiratura nazionale. Mi occupo di turismo e destinazioni, architettura d’interni e life style, attualità, economia, food&wine. Giornalista professionista, in aggiunta alla mia formazione, agli inizi degli anni Duemila ho conseguito il diploma di scuola alberghiera all’Ippssar Maffioli di Castelfranco Veneto (Treviso) per trattare con cognizione e da esperta il settore della ristorazione e dell’hotellerie, che è un affascinante mondo nel mondo. Amo fotografare con colpo d’occhio e sguardo interiore. Sono stata insignita di menzione speciale “Premio Penna d’Oca 2017” indetto da Assostampa Padova e dall’Ordine del Giornalisti del Veneto. Ho ideato slogan e claim per campagne pubblicitarie e loghi per onlus di cui sono fondatore. In un impeto di ironia creativa e di passione tentacolare per il Mare Nostrum, nel 2008 ho creato il taccuino d’appunti squisitamente veneto, Moskardin, che è diventato un brand e un marchio registrato. Per coniugare sapere e sapori, calamaro e calamaio.

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Top