Viaggi del Gusto Magazine

VdG Magazine – i Viaggi del gusto, è un magazine online di approfondimento sul mondo dell’enogastronomia, del turismo, della ristorazione e del Made in Italy nella sua accezione più ampia.

Menù

Ultimi articoli

Bici e barca a Lignano: X-River e la formula escursioni gratuite

Shares

Lignano Sabbiadoro è stata la prima località balneare ad aver attivato il servizio di bike sharing Mobike, attraversata com’è da oltre 20 chilometri di ciclabile cittadina che consentono a chi è in vacanza di dimenticarsi dell’automobile per gli spostamenti.

Lontano dal traffico, c’è X-River, un passo barca che il 27 giugno riapre il collegamento fra Lignano e Bibione, sopra il Tagliamento:  le bici vengono caricate su un piccolo battello che, dalle 9.00 alle 19.00 fa la spola tra la sponda veneta e quella friulana e consentendo di pedalare fuori dalle strade più trafficate, inserendosi nel tracciato dell’Adriabike facente parte della rete di ciclovie europee. L’X-River è un esempio di capacità di fare sistema tra due regioni differenti – Friuli Venezia Giulia e Veneto – con un approccio green congiunto che sconfina…i confini, privilegiando la passione per i pedali e il contatto con la natura fluviale straordinariamente integra come si presenta quella della foce del Tagliamento, punto di interesse notevole tra l’area lignanese e l’intera bassa friulana.

SFILANDO IN BICI DOVE ACQUA DI FIUME E MARE SI MESCOLANO

Lignano è il punto di partenza e arrivo per ogni tipologia di ciclista che voglia esplorare i dintorni sfilando in bici lungo campi coltivati, canali lagunari e valli da pesca immersi nel verde dei canneti popolati da varietà di volatili, il tutto reso pittoresco dalle reti stese ad asciugare al sole.

 

Anche per questa estate 2020 è in calendario un programma di escursioni settimanali gratuite in bicicletta, accompagnate da un esperto del territorio. Lignano ha pensato proprio a tutto – anche alla bicicletta – e per partecipare è sufficiente iscriversi. Punto di partenza, la Terrazza a Mare, cinque le opzioni con differenti gradi di impegno e difficoltà:

Le diverse possibilità

Lunedì

“Pedalata dei due fari” prevede il passaggio l’X-River, toccando la veneta Bibione, prima di fare ritorno a Lignano. Il guado del fiume in battello è davvero molto apprezzato e regala sempre un pizzico di sorpresa ed emozione a chi lo sperimenta per la prima volta. Il bellissimo itinerario deve il suo nome a due punti chiave come il faro lignanese dei primi ‘900, elemento simbolo della città, e il faro di Punta Tagliamento a Bibione;

Martedì

“Risalita dello stella”, nuova proposta del 2020, che si sviluppa per 45 km seguendo il corso del fiume Stella, zona naturalistica protetta che consente di immergersi nella varietà del patrimonio floro-faunistico di questo pezzo di Friuli Venezia Giulia;

Mercoledì

“Tour delle tre acque”, così definito perché segue i tre lati della penisola di Lignano, disegnati rispettivamente dalla laguna di Marano, dal corso del Tagliamento e dal mare, rivelando la particolarità del territorio lignanese strettamente legata, appunto, all’essere un’area in cui tre diversi tipi di acqua si incontrano creando un paesaggio davvero unico. È la più facile dei tuor ed è adatto anche ai bambini;

Letto questo?  In Trentino la felicità è nei dintorni. E parla sottovoce

Giovedì

“Marano Bike & Boat”, escursione di 40 km che combina bici e navigazione, raggiungendo in bici il borgo di pescatori di Marano (dove si gusta un piatto di pasta con pesce appena pescato), dopo aver attraversato tratti suggestivi come il ponte ciclabile sul fiume Stella e il fiabesco bosco di Muzzana, per rientrare a Lignano attraversando la laguna in barca (unico costo di questa escursione il biglietto di 4 euro per la navigazione);

Mercoledì, Venerdì, Sabato e Domenica

Chi di prima mattina vuole provare un’esperienza energizzante può prendere parte all’uscita con le fat-bike, le bici con le ruote “ciccione”, iniziando a pedalare alle 7.30 sul bagnasciuga sotto la guida di un trainer che conosce tutti i segreti di questo divertente modo di usare la bicicletta, perfetto per tenersi in forma.

“BOAT & BIKE” FRA TERRA E LAGUNA

Ispirandosi al commuting che combina bici e mezzi pubblici, modalità di spostamento del futuro in ogni tipo di ambito, la formula “boat & bike” consente di addentrarsi nell’incanto della laguna di Marano, per godere di movimento e attività sportiva abbinata ad esperienze eno-gastronomiche a chilometro 0.

I tour “Boat & Bike” sono incentrati proprio su questo: si parte da Lignano, si attraversa la laguna sulla speciale imbarcazione a chiglia piatta che consente di esplorare anche i canali più piccoli e i punti in cui l’acqua è bassa.

Arrivati a Marano, in bici si raggiuge una cantina, proseguendo verso la suggestiva valle da pesca ancora attiva di Ca’ del Lovo, per un aperitivo, e successivamente si fa tappa alla celebre bilancia di Bepi, la palafitta amata da Hemingway, in cui è possibile mangiare ottimo pesce appena pescato con la gigantesca rete basculante.

Nel corso del rientro in barca, l’ultima sosta è in uno dei casoni, le tradizionali costruzioni realizzate interamente con canne di palude e legno, utilizzate in passato dai pescatori e divenute oggi un commovente museo a cielo aperto, testimonianza del legame fortissimo tra il territorio lignanese e la laguna, preziosa fonte di vita e di sostentamento.

L’escursione prevede al massimo 11 partecipanti, se si desidera è accompagnata e il prezzo varia in base al numero delle persone e all’eventuale noleggio delle biciclette, fornite direttamente dall’organizzazione.

X-River è attivo 7 giorni su 7, dalle 9.00 alle 19.00. Il costo del biglietto è di 1 euro. La capienza massima è di 25 persone. Attracco vicino al Ristorante Alla Vecchia Finanza e alla darsena di Marina Uno (banchina sud). L’esperienza “Boat & Bike”, ha un costo a partire da 45 euro. La quota include navigazione e accompagnamento guida.

Per informazioni e prenotazioni delle escursioni consultare il siti di Lignano Sabbiadoro 

 

Germana Cabrelle

Scrivo per professione dal 1982 e collaboro regolarmente con quotidiani e riviste cartacee e online a tiratura nazionale. Mi occupo di turismo e destinazioni, architettura d’interni e life style, attualità, economia, food&wine. Giornalista professionista, in aggiunta alla mia formazione, agli inizi degli anni Duemila ho conseguito il diploma di scuola alberghiera all’Ippssar Maffioli di Castelfranco Veneto (Treviso) per trattare con cognizione e da esperta il settore della ristorazione e dell’hotellerie, che è un affascinante mondo nel mondo. Amo fotografare con colpo d’occhio e sguardo interiore. Sono stata insignita di menzione speciale “Premio Penna d’Oca 2017” indetto da Assostampa Padova e dall’Ordine del Giornalisti del Veneto. Ho ideato slogan e claim per campagne pubblicitarie e loghi per onlus di cui sono fondatore. In un impeto di ironia creativa e di passione tentacolare per il Mare Nostrum, nel 2008 ho creato il taccuino d’appunti squisitamente veneto, Moskardin, che è diventato un brand e un marchio registrato. Per coniugare sapere e sapori, calamaro e calamaio.

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Top