Homeaway e Houseboat: due parole inglesi – che poi sono anche due brand – che stanno a significare altrettante modalità di vacanza in libertà e flessibilità (una stanziale, l’altra natante) autogestite in tutto. Le ho sperimentate entrambe, sia la casa a noleggio che la casa galleggiante, e qui ve le racconto.

HomeAway® è l’esperto globale delle case vacanze: conta più di 2 milioni di immobili in 190 paesi nel mondo e fa parte della famiglia Expedia Group.

L’omonima piattaforma www.homeaway.it mette in contatto i viaggiatori con i proprietari ed è l’ideale sia per chi cerca una casa… lontano da casa, per soggiornarvi con la famiglia o con amici, e sia per chi desidera pubblicizzare la propria casa e gestirne le prenotazioni online monetizzando in modo semplice, efficace e sicuro.

Dopo aver scelto la località (Cortina d’Ampezzo) e la sistemazione (uno chalet comodo al centro), al nostro arrivo, oltre alla consegna delle chiavi, ad attenderci in frigorifero c’era una bottiglia di Prosecco come welcome drink dei padroni di casa che ci hanno accolto con gentilezza, mostrandoci gli ambienti e illustrandoci  la tecnologia d’uso.

Il living era in armonico stile alpino: divani con cuscini in loden e un ampio tavolo di legno per le colazioni, i pranzi e le cene; boiserie intarsiata alle pareti e tanta luce dalle finestre che regalavano una spettacolare vista panoramica sulle Dolomiti. La cucina, molto funzionale, era dotata degli elettrodomestici essenziali; il bagno era comodo e le camere da letto davvero confortevoli. C’era wifi libero per collegarsi ad internet e lavorare al computer.

E’ stato, seppur nella brevità di una sola notte, un soggiorno da favola, soprattutto per la comodità di essere a cinque minuti a piedi da Corso Italia.  Con gli amici con cui ero abbiamo avuto la possibilità di condividere spazi in assoluta privacy e l’utilizzo della cucina ci ha consentito un approccio molto familiare e spontaneo.

Questa di HomeAway è una formula che mi sento di suggerire:  l’Italia è grande, tutta bella, e di destinazioni da visitare ce ne sono tante. Tra le più amate dagli utenti di HomeAway.it del 2018 ci sono: Vieste, Lampedusa, Alassio, Santa Margherita di Pula e l’Isola d’Elba.Nella top 3 delle città d’arte in testa emergono Firenzee Venezia, che registrano entrambe un incremento della domanda rispettivamente del 25% e del 15% fra i viaggiatori HomeAway italiani e stranieried è in crescita pure Milano. Ovviamente, essendo una piattaforma che opera in tutto il mondo, ci sono anche destinazioni estere e fra le nazioni più gettonate c’è la Spagna. Per i viaggiatori, HomeAway utilizza un sistema di prenotazione e pagamento protetti dalla Garanzia Prenotazione Sicura. Il range di prezzi va da 28 euro a 45 euro a nottema sono sempre i proprietari a decidere le tariffe in qualsiasi momento.

L’altra esperienza di vacanza molto divertente che ho provato è stata l’Houseboat, ovvero la casa galleggiante.

Si tratta di una specie di yacht – ma è più esatto definirla proprio casetta – comoda e sicura, per il noleggio della quale non serve patente nautica. Sì, sì, proprio così: non serve essere esperti di mare per portarla, ma ovviamente, per chi vuole partire preparato, l’organizzazione consiglia di leggere il Manuale del Capitano o di provare le barche nelle basi italiane di  Casale sul Sile e Precenicco .

Le Houseboat hanno solo una marcia avanti e una marcia indietro e un volante come le auto.  Per essere agevolati nell’ormeggio, molti modelli hanno anche un’elica di prua, utile per far spostare la barca lateralmente con la sola spinta di un bottone.

Houseboat.it ha un’ampia ed esclusiva flotta di barche senza patente a noleggio in otto paesi d’Europa. Si viaggia in laghi, lagune e fiumi.  Le barche senza patente raggiungono la massima velocità di 12km/h, che è, non a caso, la massima velocità consentita per legge nelle vie navigabili interne, cioè laghi, lagune e fiumi.

Naturalmente, il giorno dell’imbarco viene fatto un corso di formazione di un’ora: una parte teorica riguarda gli itinerari, l’altra parte tecnica si svolge direttamente in barca con i tecnici Houseboat.it che assistono fino a quando non si avrà imparato a manovrarla perfettamente e con dimestichezza per uscire. Inoltre vengono date informazioni per l’uso interno della « casetta galleggiante » ossia toilette, docce, cucina, aria condizionata, riscaldamento, ecc.

Prenotando un appuntamento alla base di Casale sul Sile o alla base di Precenicco, si può provare unabarca gratuitamentee alla fine ci si accorgerà che è davvero molto semplice manovrare queste case galleggianti senza patente. Dal sito si possono fare richieste di preventivi sia per area di vacanza (Italia o estero) che per tipologia di viaggio (solo andata o andata e ritorno).

Personalmente sono stata, un fine settimana, in houseboat a visitare la laguna di Venezia e le isole minori, ma in elenco ci sono anche regioni della Francia come l’Alsazia, la Bretagna, la Camargue e la Borgogna ; l’Inghilterra, la Germania, la Scozia e l’Olanda.

Insomma : la casetta galleggiante è una formula vacanza simpatica – ma anche un piacevole fine settimana da fare in compagnia – formidabile per stare a contatto totale con la natura. Il tutto è garantito da un servizio telefonico di assistenza 24 ore su 24.