La sinuosità “al dente” di un formato di pasta abbinato – fosse anche solo per assonanza alle due sillabe che compongono i rispettivi nomi – alla danza; il “sugo” della prosa e quell’assaggio saporito di circo (beninteso senza animali); il corroborante condimento dei concerti, il tutto accompagnato – come un buon vino ad un desco composito per varietà di proposte e assortimento – da film e appuntamenti col grande cinema.

La stagione 2018-2019 del Teatro Comunale Città di Vicenza, ha mutuato dal mondo del food l’input per la veste grafica del libretto di sala, delle locandine e dei manifesti. Il titolo assegnato alla raccolta dei vari incontri – fra quelli in calendario e fuori abbonamento – è proprio “Cibo per l’anima” e va da sé che nutrimento lo è per davvero, la cultura, in special modo quella rappresentata, vista, percepita, applaudita.

Il Teatro Comunale di Vicenza è architettonicamente bello e capiente, caldo e accogliente nella sua sala color cremisi, con le comode poltrone che degradano a esedra. L’acustica è ottima, proscenio e palcoscenico sono estesi e perfettamente attrezzati per accogliere scenografie e installazioni e gli spettacoli, di qualsiasi natura ed espressione artistica, ottengono la migliore performance degli interpreti che si esibiscono.

Ci sono nomi importanti in programma, eventi in esclusiva per l’Italia e prime nazionali assolute. Ci sono concerti e balletti, strepitose rappresentazioni come Recirquel e Momix, eventi e piéces fra le più attese dagli appassionati, con frequenti “tutto esaurito”, nonostante le repliche.

Insomma, il Teatro Comunale Città di Vicenza, alla sua dodicesima stagione, dimostra di incontrare i gusti del pubblico affezionato, di saper scegliere oculatamente le proposte culturali più varie per accontentare ogni fascia di utenza e di età, dagli adulti alle famiglie. Per questo il cartellone è come un menu: ce n’è per tutti i gusti. Ma non solo, vi è di più: è stata siglata pure una collaborazione, per una dozzina di spettacoli, con il ristorante stellato El Coq dello chef Lorenzo Cogo, in piazza dei Signori, che consiste in una esperienza gastronomica di livello riservata ai soli spettatori del Teatro Comunale di Vicenza in possesso di abbonamento o biglietto ad uno degli spettacoli della stagione 2018/2019. Il “pacchetto” è stato denominato “Lo spettacolo è servito” e comprende cena con menu stellato alle ore 19 e servizio navetta per il teatro su richiesta.

Letto questo?  Le dieci cose da vedere a Padova e un nuovo ristorante da provare

Fra oltre cento alzate di sipario e tre nuovi progetti, la… tavola del Teatro Comunale Città di Vicenza si è arricchita ancor più di piatti forti.

Perché il nutrimento viene anche e soprattutto dall’intangibile e da quelle emozioni irripetibili che solo una rappresentazione dal vivo sa dare.