Viaggi del Gusto Magazine

VdG Magazine – i Viaggi del gusto, è un magazine online di approfondimento sul mondo dell’enogastronomia, del turismo, della ristorazione e del Made in Italy nella sua accezione più ampia.

Menù

Ultimi articoli

Chiese a cielo aperto

2 Ottobre, 2020

Vivere un giorno da orsetto Thun

Shares

Alzi la mano chi non conosce gli orsetti Thun! Impossibile, perché sono oramai diventati un must (peraltro vantando anche innumerevoli tentativi di imitazione) e talmente noti da rendersi necessaria la creazione di un loro mondo.

Detto. Fatto. THUNIVERSUM, si chiama, esiste ed è uno spazio aperto alle famiglie e alle coppie, insomma a tutti quelli che abbiano desiderio di trascorrere qualche ora immersi nella fantasia e in un’atmosfera da favola.

THUNUNIVERSUM si trova in via Galvani 29 a Bolzano ed è peraltro comodo al casello autostradale per chi viene in auto. Chi sceglie il treno ci arriva agevolmente  dalla stazione centrale, o da Piazza Walther con l’autobus 111 (fermata Palaonda).

THUNUNIVERSUM propone, al suo interno, anche un piccolo museo, al termine del quale si può prendere parte a un corso  accelerato per imparare a lavorare la ceramica, oppure rilassarsi coodamente al bistrò Caffè al Volo, che presenta un ricco assortimento di prodotti altoatesini: dolci e succhi di mela in primis. Allo shop, invece, si possono acquistare prodotti in edizione speciale, che si trovano solo qui e fino ad esaurimento scorte.

THUNIVERSUM accoglie i visitatori in un ampio atrio di forma ovale, il Panopticum: illuminato da maxischermi che proiettano le immagini dell’universo THUN. E’ attualmente uno dei panottici più grandi d’Europa e consente di essere immersi in un ciclorama con uno scenario che trae ispirazione dal mondo reale ma nel quale convivono i soggetti THUN.

Letto questo?  Pianura dei Dogi: fertile per vocazione e ora anche turistica

Lo spettatore diventa così protagonista di un’esperienza fiabesca in uno spazio immaginario

tra suoni e rumori, con la visuale della catena montuosa del Rosengarten riprodotta fin nei particolari. Questo spettacolo ha una modalità interattiva: infatti, posizionarsi nel punto indicato da un segnale sul pavimento dove è collocato un sensore, il visitatore diventa personaggio della scena, trasformandosi in Teddy, il simpatico orsacchiotto caratteristico delle collezioni THUN. L’installazione è stata progettata per essere in real-time, ossia seguire in diretta il ciclo orario di una giornata e le stagioni: le ombre si muovono fino a corrispondere al tramonto,  virare al cielo stellato della notte, passando dall’inverno, con il suo paesaggio ovattato, al cielo azzurro della stagione estiva.

Un’altra attrazione degna di nota visitabile a THUNIVERSUM è il corner Fondazione Lene Thun, la onlus dedicata alla Contessa fondatrice dell’azienda, che da anni, grazie ai laboratori di ceramico-terapia, si adopera  a sostegno dei bambini ricoverati nei reparti di oncoematologia italiani. Nell’apposito corner dedicato, è possibile modellare l’argilla e  ammirare le opere che i bambini hanno realizzato nel corso degli anni.

Infine, nel vasto ThunStore, si possono acquistare tutti i prodotti commercializzati da THUN ma soprattutto gli introvabili Teddy alpinistae Teddy Stella alpina.

Sempre al ThunStore si può assistere al lavoro di creazione di un pacchetto regalo. Ogni prodotto THUN, infatti, è confezionato con grande cura ed estrema attenzione: arricchito da fiocchi, impreziosito da decori, reso unico con personalizzazioni, profumi, fiori e nastri colorati. Oltre a piccoli dettagli in legno e ceramica che costituiscono un regalo nel regalo.

Accanto all’ingresso è collocata una panchina per sedersi a fianco di enormi e simpatici orsetti Teddy: postazione perfetta per scattarsi un selfie.

Germana Cabrelle

Scrivo per professione dal 1982 e collaboro regolarmente con quotidiani e riviste cartacee e online a tiratura nazionale. Mi occupo di turismo e destinazioni, architettura d’interni e life style, attualità, economia, food&wine. Giornalista professionista, in aggiunta alla mia formazione, agli inizi degli anni Duemila ho conseguito il diploma di scuola alberghiera all’Ippssar Maffioli di Castelfranco Veneto (Treviso) per trattare con cognizione e da esperta il settore della ristorazione e dell’hotellerie, che è un affascinante mondo nel mondo. Amo fotografare con colpo d’occhio e sguardo interiore. Sono stata insignita di menzione speciale “Premio Penna d’Oca 2017” indetto da Assostampa Padova e dall’Ordine del Giornalisti del Veneto. Ho ideato slogan e claim per campagne pubblicitarie e loghi per onlus di cui sono fondatore. In un impeto di ironia creativa e di passione tentacolare per il Mare Nostrum, nel 2008 ho creato il taccuino d’appunti squisitamente veneto, Moskardin, che è diventato un brand e un marchio registrato. Per coniugare sapere e sapori, calamaro e calamaio.

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Top