Viaggi del Gusto Magazine

VdG Magazine – i Viaggi del gusto, è un magazine online di approfondimento sul mondo dell’enogastronomia, del turismo, della ristorazione e del Made in Italy nella sua accezione più ampia.

Menù

Ultimi articoli

Frozen yogurt casalingo senza gelatiera, i consigli di Davide De Stefano

Shares

Gelatiere di terza generazione, condivide con VdGmagazine la ricetta per la realizzazione di un frozen yogurt casalingo senza l’ausilio di gelatiera o freezer.

Affacciata tra le rive dello Stretto tra Reggio e Messina, la gelateria del maestro Davide Destefano è considerata tra le migliori d’Italia. Il famoso chiosco verde è aperto tutto l’anno e non conosce stagioni di chiusura. Doveva però arrivare la pandemia da #coronavirus per tenere fermo il laboratorio da cui escono senza sosta gustosi gelati.

In piena emergenza Covid-19 Davide propone sulla propria pagina social una serie di video tutorial utilizzando ingredienti e ricette facilmente replicabili a casa “allo scopo di trasmettere un duplice messaggio della necessità di #iorestoacasa – tanto alla categoria dei professionisti che alle persone comuni – poiché serve ridurre i rischi e consentire una veloce risoluzione di questa grande piaga. Finirà e torneremo presto alle nostre passioni quotidiane!”.

Il chiosco verde

La gelateria “Cesare” è identificata con il chiosco verde che apre il più bel chilometro d’Italia, quello di Reggio Calabria. Storia centenaria, dal 1918 si produce gelato artigianale con passione e nello stesso laboratorio di sempre.

Gelato Cesare, oggi lo si trova anche in Spagna a Malaga con l’insegna Cesare Gelato Italiano, fornisce gustosi sorbetti di altissima qualità deliziando il palato dei reggini ma anche dei numerosissimi turisti con l’instancabile impegno di promuovere i prodotti del territorio, a partire dal bergamotto e dell’annona di Reggio Calabria, la liquirizia di Rossano, l’arancia belladonna della vallata del Gallico, il mango di Catona e la Feoja. Tutte materie prime prodotte a km 0.

 

Il Chiosco Verde della gelateria Cesare a Reggio Calabria

La ricetta del frozen senza gelatiera

Ingredienti per il frozen: 250 yogurt magro bio, 150 gr di  latte  e 100 gr di zucchero.

Per la miscela frigorifera: 200 gr di sale e 400 di ghiaccio

Procedimento: Iniziare a mescolare lo zucchero con il latte e unire lo yogurt biologico. Quindi inserire il tutto in un sacchetto per alimenti da freezer. A parte preparare la miscela frigorifera di ghiaccio e sale e inserirla in un sacchetto più grande. Inserire quindi il sacchetto piccolo in quello grande e shakerare per 7 minuti. A questo punto la consistenza sarà quella giusta, prelevare lo yogurt e guarnirlo chiaramente con frutta del territorio e di stagione oppure per i più golosi con cioccolato fuso e nocciole.

Gelato Cesare suggerisce come preparare un frozen yogurt casalingo senza l'ausilio di gelatiera o freezer. Condividi il Tweet

Come avviene la reazione

“Ghiaccio e sale – ci spiega Davide Destefano – insieme costituiscono una miscela frigorifera (eutetnica) che consente al liquido del sacchetto interno di raggiungere una temperatura bassissima  fino a -21 gradi”.

Chiarisce meglio: “Il ghiaccio ha una temperatura di  0 °C , aggiungendo il sale tenderà a liquefarsi per dissolo. Per potersi sciogliere però il ghiaccio ha bisogno di assorbire calore ed ecco quindi che la temperatura cala. In altre parole l’energia necessaria per trasformare il ghiaccio in acqua viene prelevata dalla  miscela stessa che quindi diminuisce la propria temperatura”.

Avvertenza importante: durante la preparazione utilizzare i guanti e non toccare assolutamente ghiaccio e sale insieme per evitare di ustionarsi.

Nella video-ricetta del frozen i suggerimenti del nostro maestro gelatiere

 

La curiosità storica

Nel 1626 un medico Santorio Santorio, addottoratosi a Padova “narra di essere stato in grado di congelare del vino usando una miscela di ghiaccio e sale conosciuta poi come miscela frigorifera. Questa scoperta si diffuse rapidamente agli altri paesi europei. Fu così che si iniziò ad utilizzarla per produrre versioni primitive ma già allora molto apprezzate, di granite e sorbetti”.

Filippo Teramo

Appassionato di enogastronomia, da giornalista ed esperto di marketing è impegnato a valorizzare le tante eccellenze, i territori e gli eventi del turismo sensoriale. Per la sua passione per il mondo del vino e del buon cibo si autodefinisce “giornalista per passione e buongustaio per professione” sfruttando l’enogastronomia per narrare di prodotti tipici e territori identitari. Giornalista eclettico, vanta diverse collaborazioni con giornali, riviste e televisioni, e da cronista di gastronomia ama raccontare storie di persone, cibi e curiosità. Il suo sguardo "del Sud", terra che definisce “maledettamente bella”, è visibilmente innamorato di tutto ciò che descrive e che tocca le corde dei sensi.

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top