Viaggi del Gusto Magazine

VdG Magazine – i Viaggi del gusto, è un magazine online di approfondimento sul mondo dell’enogastronomia, del turismo, della ristorazione e del Made in Italy nella sua accezione più ampia.

Menù

Ultimi articoli

Gelato fatto in casa, sorbetto ai tre agrumi di Dario Rossi

Shares

Il sorbetto ai tre agrumi è la proposta di Dario Rossi, tra i più noti, preparati e pluripremiati  gelatieri d’Italia. Facile da fare a casa in attesa della riapertura delle gelaterie nel dopo coronavirus. Gli agrumi, prodotti di stagione prettamente invernali, sono ancora quasi tutti reperibili in commercio in questi primi giorni di primavera. La ricetta mette insieme i tre agrumi scelti dal nostro gelatiere per poi essere trasformati in un gustoso gelato. Le molteplici proprietà nutrizionali e nutraceutiche, fanno di questo sorbetto anche un ottimo dissetante. Un gelato buono, sano e genuino. Un alimento assolutamente completo per grandi e piccini.

La gelateria e una scelta fondamentale

Dario Rossi esercita a Frascati, fuori porta a pochi chilometri da Roma, nella sua gelateria Greed Avidi di Gelato. Il laboratorio nasce grazie alla sua passione per il gelato prodotto esclusivamente da materie prime provenienti da agricoltura biologica o biodinamica. Un scelta semplice ma fondamentale per Dario “il motivo è importante per tutti noi, soprattutto in questo periodo, serve volersi bene e rispettare la nostra amata terra. Occorre sostenere e salvaguardare la biodiversità, un bene prezioso per la nostra umanità”.

Un gelato al gusto del territorio

Ha intrapreso sin da subito la strada del gelato naturale, specializzandosi nelle intolleranze alimentari tanto da essere riconosciuto come gelateria informata nel circuito creato dall’Associazione Italiana Celiachia (A.I.C.). La sua produzione è totalmente gluten free. Grazie al suo grande amore per il territorio, e il giusto mix di passione e curiosa innovazione, Dario trasforma le materie prime in sorbetti gustosi e prelibati, al pari di una pietanza salata, “ho incominciato a creare gelati con i prodotti tipici, ispirandomi ai piatti locali. Così dal mio laboratorio escono gusti tipo Cacio e Pepe, Baccalà alla romana, Sedano bianco di Sperlonga, Nocciola della Tuscia, Carota di Maccarese, Carciofo alla romana, Ricotta di Pecora romana DOP, Zafferano di Cori, Fico bianco di Zagarolo, Ciliegia di Palombara, More di rovo selvatico e tanti altri gusti tipici”. Lo scorso anno ne abbiamo provato qualcuno, ne siamo rimasti estasiati!

Il gelato Cacio e Pepe di Dario Rossi

La filosofia di Dario è rivolta alla produzione di un gelato “coltivato con passione per regalare emozioni e benessere. La materia prima – ci dichiara mentre gli brillano gli occhi – va rispettata ed onorata. E’ un regalo di Madre Natura”. Come dargli torto. La ricetta che ci suggerisce vede un sapiente dosaggio di succo di arancia, limone e quello nutraceutico e salutare del “principe” degli agrumi, il Bergamotto di Reggio Calabria.

La ricetta del sorbetto

Le dosi da pesare: spremuta di arancia gr 380, spremuta di limone gr 170, spremuta di bergamotto gr 150, acqua gr 147, zucchero di canna gr 120, destrosio gr 30, farina di semi di carrube gr 3, per un totale di prodotto paria a gr 1000.

Il processo produttivo: prepariamo e pesiamo le spremute, l’acqua, poi le polveri ovvero zucchero, destrosio (se non lo avete sostituitelo con lo zucchero) e l’addensante come la farina di semi di carrube.

Per prima cosa mettiamo l’acqua in un pentolino a scaldare a bagnomaria, mentre si scalda l’acqua uniamo le “polveri”: zucchero, destrosio e farina di semi di carrube. Mescoliamo bene e poi versiamo tutto nell’acqua. In fase di riscaldamento giriamo, con una frusta o cucchiaio, la miscela fino ad arrivare ad una temperatura intorno agli 80°. Mettiamo poi il pentolino in un contenitore con acqua e ghiaccio per abbassare la temperatura. In seguito inseriamo nella miscela le spremute e frulliamo bene il tutto.

Quindi, versiamo la miscela nella gelatiera e dopo circa 30 minuti il sorbetto è pronto. Un consiglio, procedere con una leggera grattugiata della buccia di limone o arancia, purché sia frutta non trattata. Fare la stessa cosa anche con il cioccolato fondente. Se si vuole dare una nota alcolica, sostituire il destrosio anche con il Cointreau.

Il suggerimento di Dario

La miscela ve portata a circa 80° poiché a quella temperatura  la farina di semi di carrube si solubilizza e attiva al massimo le sue proprietà addensanti. Ricordiamoci poi di mettere il pentolino in un contenitore con acqua e ghiaccio per abbassare la temperatura.

L’abbinamento con il sorbetto

Dario Rossi ci consiglia di accompagnarlo con un cocktail e suggerisce una duplice scelta: Margarita oppure Long Island Ice Tea, le cui ricette sono facilmente reperibili.

Video-ricetta

Per seguire meglio i vari passaggi del procedimento di questo rinfrescante sorbetto possiamo guardare il video di Dario Rossi, anche questo fatto in casa!

Una riedizione dell’articolo sarà pubblicato anche all’interno del magazine La Freccia a bordo di Trenitalia su tutti i Frecciarossa, Frecciargento, Frecciabianca e nei FRECCIALounge e FRECCIAClub.

Filippo Teramo

Appassionato di enogastronomia, da giornalista ed esperto di marketing è impegnato a valorizzare le tante eccellenze, i territori e gli eventi del turismo sensoriale. Per la sua passione per il mondo del vino e del buon cibo si autodefinisce “giornalista per passione e buongustaio per professione” sfruttando l’enogastronomia per narrare di prodotti tipici e territori identitari. Giornalista eclettico, vanta diverse collaborazioni con giornali, riviste e televisioni, e da cronista di gastronomia ama raccontare storie di persone, cibi e curiosità. Il suo sguardo "del Sud", terra che definisce “maledettamente bella”, è visibilmente innamorato di tutto ciò che descrive e che tocca le corde dei sensi.

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top