Viaggi del Gusto Magazine

VdG Magazine – i Viaggi del gusto, è un magazine online di approfondimento sul mondo dell’enogastronomia, del turismo, della ristorazione e del Made in Italy nella sua accezione più ampia.

Menù

Ultimi articoli

Madeira, Porto Santo e il Portogallo a tavola

Shares
madeira

Contenuti dell'articolo

Il clima mite del Portogallo permette di apprezzare un soggiorno anche di questa stagione. E se siamo attratti da un viaggio in mezzo all’Oceano Atlantico, le isole di Madeira e Porto Santo che insieme formano l’arcipelago di Madeira, sappiate che qui vi sono parchi, itinerari, enogastronomia, bellezze naturali e tanto altro da esplorare. Sicuramente la vegetazione lussureggiante e variegata caratterizza le isole ed è la parte più affascinante di questo viaggio, ma tutto il Portogallo conta in totale 12 zone classificate dall’UNESCO come Riserve della Biosfera.

porto santo

porto santo

La Riserva della Biosfera di Santana si trova nel nord dell’isola di Madeira ed è caratterizzata dalla ricchezza della foresta Laurissilva, attraversata da numerosi sentieri e itinerari che accompagnano i turisti alla scoperta delle bellezze naturali dell’isola. La Riserva della Biosfera dell’Isola di Porto Santo, invece, nasconde paesaggi considerati unici, tra cui la sua immensa spiaggia, i vari isolotti e il maestoso Oceano. Inoltre, all’interno dei suoi ecosistemi ben conservati, vivono specie di grande interesse per la conservazione e tutela della natura e della biodiversità. Altro luogo di grande interesse per tutti coloro che desiderano vivere una vacanza in sintonia con la natura è il Parco Naturale di Madeira che rappresenta i due terzi del territorio dell’isola e al suo interno ci sono aree protette, terresti e marittime che rendono Madeira una destinazione ecologica. Qui si trovano rare specie di flora e fauna come l’Orchidea da Serra, presente solamente in questi luoghi e numerose piante tipiche della foresta Laurissilva.

madeira

madeira

In cucina

Il mare è il protagonista della cucina locale, così come il pesce e i frutti di mare, come la patella e la littorina. Si trovano in tavola filetti di pesce coltello e bistecche di tonno. Ma anche la carne è importante per gli abitanti del luogo come lo spiedino di manzo in legno d’alloro. La carne de vinha d’alhos, è carne di maiale marinata in vino bianco, aglio, aceto e alloro. Il bolo do caco è un pane tipico che viene cotto su pietra e condito con del burro aromatizzato all’aglio, mentre le rosquilhas sono dei panini con la patata americana, e i queijadas dei dolci al formaggio. Da provare la sopa de trigo, la zuppa di grano, come i magnifici frutti tropicali, dalla banana all’ananas, dall’avocado all’anona, dal mango al maracuja. Il famoso vino Madeira viene servito solitamente come aperitivo, digestivo o per accompagnare dolci. Famosi i vitigni Sercia, Boal, Verdelho, Malvasia, Terranez, Tinta Negra. Dalla canna da zucchero, prodotta sull’isola, nasce il Rum di Madeira, che viene utilizzato per creare la poncha, una bevanda alcolica con miele e limone. Se si vogliono scoprire i profumi e prodotti tipici dell’arcipelago non si può non andare al Mercado dos Lavradores, a Funcha, all’interno del quale si vendono i prodotti dell’isola come frutta, verdura, piante e fiori. La capitale Funchal vanta oltre 500 anni di storia: nel centro storico si trova la cattedrale Sé in perfetto stile gotico, mentre l’Igreja do Colégio è una chiesa che cela interni in legno intarsiato ricoperto con lamine d’oro e pannelli di azulejos del XVII secolo. Le feste sono il momento migliore per provare la gastronomia, da non perdere dunque quelle del Carnevale, la Festa dei Fiori e il Festival Atlantico.

Letto questo?  Tortonese, il buono per ogni stagione
vino madeira

vino madeira

I sapori del Portogallo

In Portogallo si produceva il vino già al tempo dell’impero romano, e oggi si trova segnata per le degustazioni la Strada dei Vinhos Verdes, che va dalla regione del Minho a quella del Douro. E’ la zona di Braga e Guimarães, di Amarante, Viana do Castelo, Barcelos, Ponte de Lima. La sotto regione di Monção e Melgaço, vicino al fiume Minho, fa parte della Strada dei Vinhos Verdes, ma è anche la culla del rinomato vitigno Alvarinho, la più pregiata varietà di vinho verde.

funchal

funchal

Nella città di Porto e nel Nord la cucina regionale sfrutta i prodotti locali, il caldo verde, ad esempio, è una zuppa di verza nata proprio nelle campagne verdi del nord. Nei grandi pascoli si allevano bovini di razza autoctona che vantano la Denominazione di Origine Protetta (DOP), come è il caso delle razze Barrosã, Mirandesa, Maronesa e Arouquesa, e poi dell’agnello Terrincho di Trás-os-montes e dei capretti di Barroso. Oltre agli insaccati di eccellente qualità, si segnalano pietanze come i rojões (spezzatino), sarrabulho (sanguinaccio) o le tripas à moda do Porto. La alheira (salsiccia) di Mirandela e Miranda do Douro è molto popolare e ha la particolarità di non contenere carne di maiale perché si destinava alla popolazione ebrea che viveva nel posto durante il medioevo.
Nel centro del Portogallo i sapori del mare prevalgono: zuppe o stufato di pesce, le anguille o la trota si trovano ovunque. Il baccalà poi non può proprio mancare in tavola, le ricette sono tantissime. Fra i piatti di carne il leitao assado (maialino al forno) o la vitela assada (vitello al forno), ma anche i bucho recheado (lo stomaco di maiale ripieno) o la chanfana (carne di capra cotta nel vino rosso). Tra i formaggi il Queijo da Serra di pasta semimolle e burrosa e il Rabacal. Tra i dolci gli ovos moles e il pao de lo (pan di Spagna) farcito alla crema.

porto da cruz

porto da cruz

A Lisbona le sardine alla brace sono il piatto tradizionale durante le feste dedicate ai Santi Popolari nel mese di giugno, queste vengono servite con peperoni arrostiti e condite con olio di oliva. Tra le “dolcezze” i dolci di mandorla e noci e i pasteis de Belem, delle sfoglie di crema all’uovo.
Nell’Alentejo si trovano anche come antipasto le uova e asparagi, i peperoni arrostiti, i ciccioli o le migas. Il gaspacho si mangia freddo, mentre l’acorda alentejana si prepara con acqua, olio d’oliva, aglio, uovo in camicia, pane e coriandolo.
Nell’Algarve vongole, ostriche, cappetonde vengono cucinate in padella o alla piastra; il riso alle cappelunghe, la fagiolata di buccini, la polenta con le telline si trovano in tutti i ristoranti.
https://www.visitportugal.com/

Redazione Viaggi del Gusto

La redazione di VdgMagazine è composta da appassionati e professionisti del Viaggio e del Gusto. Si avvale di collaboratori dalle molteplici competenze professionali. Tutti accomunati dalla passione per il racconto.

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top