Viaggi del Gusto Magazine

VdG Magazine – i Viaggi del gusto, è un magazine online di approfondimento sul mondo dell’enogastronomia, del turismo, della ristorazione e del Made in Italy nella sua accezione più ampia.

Menù

Ultimi articoli

Lievito padre

13 novembre, 2018

Autunno nella valle delle mele

Shares

È questa la stagione giusta per visitare la Val di Non, paradisiaco angolo di Trentino dove a “tentarci”, di frutti golosi, non ne troviamo solo uno ma migliaia. Per scoprirne la storia inoltre oggi è possibile percorrere un nuovissimo itinerario pensato per grandi e piccini e partecipare a una festa storica che regala dolci assaggi e tanto divertimento  Viaggiare a settembre? Non c’è nulla di meglio se si desidera una vacanza lontana dal troppo affollamento, alla scoperta della cultura e delle tradizioni dei luoghi e soprattutto dei prodotti tipici locali. In Trentino la meta consigliata è la Val di Non, patria italiana della mela Dop. Il paesaggio della Val di Non è caratterizzato da frutteti che si estendono dal margine del bosco fino al fondovalle, ed è proprio sul finire dell’estate, dopo che hanno trascorso intere giornate scaldati dai raggi del sole, che i meli presentano, finalmente, i loro frutti maturi, e che 5.200 produttori – consorziati sotto il marchio “Melinda” – sono pronti a scendere nei campi per dare vita, tra settembre e ottobre, alla grande festa del raccolto.    The big apple Per conoscere ogni segreto della coltivazione della mela in Val di Non è nato da poco AlMeleto, percorso ludico-didattico inaugurato lo scorso giugno e adatto a ogni età. La storia della mela e della Val di Non vengono raccontate con linguaggi diversi in grado di accontentare ogni tipo di visitatore e gli occhi rimangono stregati dagli incantevoli panorami che il percorso offre sui fiordi del Lago di Santa Giustina. L’inizio del percorso è facile da raggiungere. A partire dal centro del paese di Romallo si scende attraverso le campagne fino alla Pineta, un’area di sosta comoda e attrezzata. Dopo aver goduto panorami incredibili si prosegue verso la località San Biagio per risalire verso il paese sempre immersi tra campagne e meleti. AlMeleto è un’ideale passeggiata sia per grandi che per bambini, con uno sviluppo totale di circa 5 Km e può essere compiuto comodamente senza fretta in circa 2 ore e mezza di cammino. L’8 e 9 ottobre l’appuntamento da non perdere sarà invece nei paesi di Livo e Rumo per Pomaria il più grande evento dedicato al mondo della mela del Trentino con mostre mercato, laboratori, arte e animazione interamente a tema. La manifestazione ha ormai conquistato fama in tutt’Italia e ogni anno viene visitata da oltre 10mila persone che trascorrono due giorni tra raccolta delle mele nei campi, lezioni di “strudel”, visite guidate in compagnia dei contadini e laboratori del gusto. Insomma una due giorni di festa in onore della Regina della Val di Non.  Per saperne di più:www.almeleto.itwww.pomaria.org   Atmosfere regaliNon di sole mele è tuttavia fatta la Val di Non. Un ricco patrimonio storico-culturale arricchisce la vallata; basti pensare che ci troviamo nella terra con il più alto numero di castelli del Trentino. Su tutti merita una visita Castel Thun che sorge maestoso proprio all’ingresso della valle, nel Comune di Ton. La sensazione che si ha, passeggiando tra i piani nobili di questo maniero, è quella di un tuffo nel passato: stanze, cucine, sale da the: tutto è così perfettamente ammobiliato con oggetti originali dell’epoca da far respirare una magnifica dimora viva ancor oggi.   Romedio e l’orsoPrima di lasciare la Val di Non, tappa d’obbligo l’Eremo di San Romedio considerato uno dei Santuario più suggestivi d’Europa con le sue cinque chiesette inerpicate su un vertiginoso sperone solitario in una valle ombrosa. L’autunno dona a questo luogo un fascino ancor più accentuato, specie se si sceglie di raggiungerlo come gli antichi pellegrini, a piedi, attraverso lo stretto sentiero costruito nella roccia che parte dal paese di Sanzeno. La leggenda vuole che Romedio abitasse l’eremo in compagnia di un orso. Per questo, ancor oggi, nell’area faunistica che sorge ai piedi del santuario viene ospitato un esemplare di orso bruno salvato da un triste destino. L’orso è diventato mascotte di tutta la Val di Non e gioia per i tanti bambini che in ogni stagione accorrono a salutarlo.   SCELTI PER VOI  Hotel MargheritaRumo (Tn)Tel. 0463.530531info@hotelmargheritarumo.itwww.hotelmargheritarumo.it La Quiete ResortRomeno (Tn)Tel. 0463.876050info@laquieteresort.itwww.laquieteresort.it Pineta Hotels – Nature & Wellness ResortCoredo – Predaia (Tn)Tel. 0463.536866info@pinetahotels.itwww.pinetahotels.com Hotel Cles – Ristorante Osteria PalazanCles (Tn)Tel. 0463.421300info@albergocles.comwww.hotelcles.com Hotel CasezCasez di Sanzeno (Tn)Tel. 0463.434130info@hotelcasez.itwww.hotelcasez.it 

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top