Non più e non solo mercatini natalizi, imperversano anche quelli legati alle tradizioni pasquali. Vicino a noi, in Carinzia, la Pasqua è un evento fastoso, vivace e tradizionale, si preparano decorazioni e si balla. Le temperature primaverili e l’arrivo della Pasqua rendono Klagenfurt una meta per le vacanze in famiglia. E proprio a Klagenfurt si tiene il mercatino di Pasqua più famoso della Carinzia dal 3 al 20 aprile. Le bancarelle affollano Neuer Platz, la Piazza Nuova al cui centro troneggia la Fontana del Drago. Si espongono uova di Pasqua, rami di palma, cestini, giocattoli, addobbi pasquali e bontà d’ogni sorta. E il Sabato Santo si celebra con il grande falò sulla Schleppe Alm e i fuochi d’artificio.

Pasqua a Klagenfurt

Quest’anno la Neuer Platz si trasformerà in un nido gigante, in occasione del cinquecentenario del capoluogo carinziano, dalle dimensioni di 500 mq con uova alte tre metri, dove verranno allestite le bancarelle pasquali, e dove si potranno mangiare prelibatezze tipiche come la “osterpinze”, un dolce morbido e profumato. Il Lindwurm, il drago emblema di Klagenfurt am Wörthersee, si affaccia come se stesse a guardia di tutte le uova del nido gigante, che ospiterà anche un teatro di marionette in cui verranno rappresentate fiabe moderne. Una curiosità legata alla Pasqua carinziana è la tradizionale cesta dei cibi benedetti al cui interno si trovano prodotti come prosciutto, salsiccia, uova e pane fatto in casa, e il “reindling” un dolce tipico. Durante il Sabato Santo le famiglie portano la cesta in chiesa per la benedizione per poi ritrovarsi tutti insieme per consumarne il contenuto. Ogni giovedì e sabato prima di Pasqua a Klagenfurt si svolge il Benediktinermarkt, il mercato contadino, dove è possibile trovare i prodotti tipici per la propria cesta di Pasqua. Il mercato rappresenta un crogiolo di tre culture e delle loro prelibatezze: la Carinzia, la Slovenia e il Friuli.

Le tradizioni pasquali

Sono varie e suggestive le tradizioni locali. Nella Domenica delle Palme, i bambini portano in chiesa per la benedizione dei ramoscelli legati a formare piccole scope dal lungo manico. A queste cosiddette “Palmkatzerl”, o “Palmbuschen” vengono appesi dolciumi e “Brezel” salati che non si possono assaggiare fino a dopo la Messa. Il Giovedì Santo (“Gründonnerstag”, ovvero Giovedì Verde), per tradizione vengono serviti in tavola spinaci con frittelle di patate “Rösterdäpfeln” e uova al burro. Di sera, i fedeli partecipano alla Messa per l’Ultima Cena, al termine della quale le campane delle chiese restano mute per tre giorni. Il Venerdì Santo è una giornata di digiuno rigido, ma si inizia a cucinare per i giorni successivi. Si preparano prosciutti e würstel, si colorano le uova e s’infornano i dolci. La focaccia pasquale carinziana “osterreindling” è il dolce tipico delle feste in Carinzia ed è una presenza irrinunciabile per il pranzo di Pasqua. Viene preparato con pasta lievitata, burro fuso, nocciole, uva passa e una spruzzata di rum. Il pranzo di Pasqua è a base di salumi affumicati, lingua di manzo con kren (rafano) e uova variopinte. Fra gli elementi caratteristici delle tradizioni di Pasqua in Carinzia ci sono le tovagliette “weihdecken”, che coprono i cibi da benedire per il pranzo pasquale. Sono tovagliette di lino ricamate con motivi sacri e con le iniziali della donna che porta il cesto. Il cesto di Pasqua viene decorato con un mazzolino fatto con i primi fiori di primavera. La Domenica di Pasqua si preannuncia molto presto con gli spari dei mortaretti (“böller”) alle prime luci dell’alba. Dopo la Messa, le famiglie si ritrovano insieme per il pranzo di Pasqua, e i bambini vanno alla ricerca dei nidi pieni di dolciumi, accuratamente nascosti dal leprotto di Pasqua.

Letto questo?  Maniago, tra industria, cicloturismo e prelibatezze gastronomiche

Calendario dei mercatini

1. Neuen Platz di Klagenfurt – 3-20 aprile
Le bancarelle vendono prodotti tradizionali, uova di Pasqua, cespugli di palma, costumi tradizionali. www.visitklagenfurt.at
2. Centro storico di Villach – 11-20 aprile
Un mix colorato di tutti i tipi di merci, dalle candele decorative ai prodotti agricoli come il prosciutto di Pasqua, salsicce e simili.
www.visitvillach.at
3. Dorfplatz a Mallnitz – 18 aprile 2019
www.mallnitz.at
4. Dorfsaal a Heiligenblut – 17 aprile
www.heiligenblut.at
5. Wulfenia Platz a Hermagor – 17 aprile 2019
www.hermagor.at

Una proposta per il soggiorno

Scegliendo il Wahaha Paradise Resort, che sorge lungo il fiume Drava, nella piccola Feistritz im Rosental, in poco tempo si raggiunge Klagenfurt, e a 15 minuti c’è il confine friulano. “Wahaha”, in cinese significa “bambino che ride”. Il Resort offre una vasta scelta tra appartamenti e chalet. Qualche idea di prezzo: fino al 17 aprile, appartamento Bambù (max 3 persone) a partire da 60,00 euro a notte; dal 18 aprile al 29 maggio il prezzo parte da 35,00 euro a notte.
www.wahaha-paradise.com