Viaggi del Gusto Magazine

VdG Magazine – i Viaggi del gusto, è un magazine online di approfondimento sul mondo dell’enogastronomia, del turismo, della ristorazione e del Made in Italy nella sua accezione più ampia.

Menù

Ultimi articoli

Dolce mestiere

2 Dicembre, 2021

La via delle Erbe

5 Febbraio, 2023
bit

Basilea, tre giorni fra maschere, concerti e musei

Shares

Il Carnevale di Basilea inizierà il 27 febbraio e durerà per tre giorni. Essendo questo evento patrimonio culturale immateriale mondiale dell’Unesco, registra il “tutto esaurito” molto tempo prima della data d’apertura quindi, se deciderete di parteciparvi vi suggeriamo di prepararvi per tempo.

L’appuntamento è il lunedì dopo le Ceneri all’alba. In una Basilea completamente al buio parte la sfilata delle lanterne (il Morgenstraich) che inaugura la tre giorni di cortei e feste. Quando dai campanili rintoccano le quattro, tutte le luci della città si spengono e inizia la marcia al buio nel centro storico. L’unica fonte luminosa sono le lanterne di legno e tela alte oltre tre metri portate dal corteo. Nei vicoli e nelle strade risuona la melodia arcaica del Morgenstraich, proveniente da migliaia di pifferi e tamburi.

Nei pomeriggi di lunedì e mercoledì tutte le “clique” (gruppi di partecipanti) sfilano lungo le vie della città. Si tratta del Cortège. Più di 11 mila figuranti mascherati celebrano il proprio “sujet” (allegoria) suddivisi in gruppi. Martedì è la giornata dei bambini che, vestiti in maschera, girano per le strade, distribuiscono Zeedel e Dääfeli (caramelle) fatti in casa e lanciano i Räppli (coriandoli).

Alla sera sfilano le bande cittadine che si riuniscono nelle tre piazze più grandi (Barfüsserplatz, Marktplatz e Claraplatz) per tenere concerti fino a notte inoltrata.
Per impiegare il tempo fra un corteo e un concerto vi suggeriamo alcune esperienze da fare a Basilea.

Attraversare la “Passerella dei tre Paesi”

Fare una passeggiata dalla Francia alla Germania, godendosi la vista sul porto renano di Basilea, è un’esperienza che richiede solo pochi minuti se si percorre il Ponte dei Tre Paesi. Con i suoi 248 metri, il Dreiländerbrücke è il ponte autoportante ciclo-pedonale più lungo del mondo e collega la città tedesca Weil am Rhein nel Baden meridionale al comune francese Huningue in Alsazia e Basilea.

Progettato dall’architetto austriaco Dietmar Feichtinger, negli anni il ponte ha conquistato molteplici riconoscimenti, tra cui il “Deutscher Brückenbaupreis” (premio tedesco per la costruzione di ponti), la Arthur G. Hayden Medal e il più celebre premio al mondo per opere ingegneristiche assegnato dall’International Association for Bridge and Structural Engineering.

Letto questo?  Amsterdam, cinque indirizzi da scoprire tra sacro e profano

Scoprire le 10 opere d’arte virtuali in giro per la città

Per il 125° anniversario di Roche, dieci artisti hanno creato opere digitali sul tema Celebrate Life. Le opere di realtà aumentata sono visibili solo tramite l’app ARTour e disegnano un itinerario di 90 minuti nel centro di Basilea in una sorta di viaggio tra il mondo digitale e quello reale che porta l’arte in vita in modi nuovi e innovativi.

Prendere un caffè in banca

Con i suoi 5 milioni di euro di fatturato, gli oltre 85 dipendenti e più di 900 mq di superficie, Unternehmen Mitte è la più grande caffetteria della Svizzera. Situato all’interno del palazzo dell’ex Banca Popolare Svizzera, nel “salotto di Basilea” ci si può concedere una pausa, leggere, lavorare e, soprattutto, assaggiare le proposte realizzate con materie prime biologiche e a chilometro zero.

Nella panetteria di produzione propria con negozio, si preparano principalmente prodotti di pasticceria e torte vegani. Di sera, UM (come lo chiamano gli aficionados) diventa un ristorante gourmet dove, con soli 95 franchi (poco meno di 95 euro) si possono gustare i menu da 7 portate dello chef portoghese Pedro Limão.

Andare al museo per gioco

Lo Spielzeug Welten Museum Basel è il più grande museo d’Europa dedicato ai giocattoli d’epoca. Ospitato in un antico palazzo nel pieno centro della città, a pochi passi dalla Cattedrale Münster, il museo ospita oltre 6000 giocattoli del periodo che va dalla fine dell’800 agli inizi del ‘900.

Bambole in porcellana si alternano a orsacchiotti di tutte le misure e animano le ricostruzioni di case, botteghe e giardini. Un’area del museo è dedicata ai presepi napoletani del maestro partenopeo Mario Capuano.

Acquistare golosi souvenir

Nel cuore del centro storico c’è Marktplatz, la piazza del mercato. Qui si svolge ogni giorno il più antico mercato alimentare della città dove si possono trovare i prodotti dei piccoli agricoltori e allevatori della zona. Dal miele al pane, dalle conserve ai dolci queste produzioni locali possono diventare degli ottimi souvenir.

Sulla piazza campeggia il Palazzo del Municipio. L’edificio in mattoni rossi è sede del governo di Basilea e del Parlamento e merita una visita (l’ingresso è gratuito) soprattutto per le camere del consiglio, il grazioso cortile interno, il romantico portico e la torre.

Alessandra Iannello

Con le radici a Milano, sua città natale, ma con la testa e il cuore sempre in viaggio. Ha unito le sue passioni, il cibo e il viaggio, e ne ha fatto la sua professione. Scrive da sempre di enogastroturismo per quotidiani e periodici, cura la trasmissione radiofonica "The way of life - Stili di vita" ed è una delle fondatrici del canale YouTube "L'assaggiatore in viaggio".

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top