Viaggi del Gusto Magazine

VdG Magazine – i Viaggi del gusto, è un magazine online di approfondimento sul mondo dell’enogastronomia, del turismo, della ristorazione e del Made in Italy nella sua accezione più ampia.

Menù

Ultimi articoli

Chiese a cielo aperto

2 Ottobre, 2020

La Tuscia del Lago di Bolsena e dell’enogastronomia gustosa

Shares
lago bolsena cibo

Il territorio della Provincia di Viterbo è caratterizzato dalla presenza di una natura variegata e da tanti piccoli borghi ricchi di storia. È sulle rive del lago vulcanico più grande d’Europa, il Lago di Bolsena, che sorgono una serie di cittadine dall’atmosfera particolare e che vantano anche un’enogastronomia gustosissima.

La sabbia nera e vulcanica, caratteristica della Tuscia, dona un tocco ancor più mistico ai suoi paesini arroccati. Piccoli gioiellini architettonici che si abbarbicano su rupi di tufo e si specchiano nelle placide acque del lago. Oggi, vogliamo portarvi a fare un giro virtuale in queste realtà viterbesi dandovi anche una serie di suggerimenti sui piatti tipici da assaporare in questa zona.

veduta lago di bolsena

I Borghi del Lago di Bolsena e la loro ricca enogastronomia

I centri abitati di quest’area della Tuscia sono ricchi di storia e tradizione. Folklore e gastronomia vanno di pari passo regalando al visitatore esperienze particolarmente suggestive. Inoltre, ammirando lo specchio d’acqua vulcanica che bagna il territorio, è possibile scorgere anche due piccole isole avvolte da misteriose leggende: isola Bisentina e isola Martana.

Si narra, invece, che molte delle ricette che fanno parte dell’enogastronomia del Lago di Bolsena e che sono arrivate fino  ai giorni nostri, siano state tramandate dagli etruschi. Pesci d’acqua dolce e prodotti agricoli sono alla base di molte delle prelibatezze che si possono gustare borgo dopo borgo innamorandosi, contemporaneamente, delle belle architetture locali.

Acquapendente

Une delle cittadine situate in questa zona del viterbese in cui poter fare bellissime passeggiate all’insegna della storia e della cultura. Acuqapendente è costruita su un colle e domina fiera l’intero abitato ricco di siti di interesse diversi. Tra tutti possiamo nominare l’imponente Torre dell’orologio e la cattedrale del Santo Sepolcro, dove è custodita una pietra macchiata di sangue proveniente da Gerusalemme.

miele della tuscia

L’enogastronomia di questo paese del Lago di Bolsena vanta un’ampia cultura del gusto e dei prodotti genuini. Tra i più tipici possiamo trovare, per esempio, il Farro del Pungolo, una varietà di cereale che secondo la tradizione viene usato per cucinare minestra e lenticchie. Degno di nota anche il Fagiolo Verdolino, particolarmente ricercato per tenerezza e delicatezza del gusto. Ma questo borgo è famoso anche per la produzione del miele di Monte Rufeno, completamente privo di agenti inquinanti e classificato come “Millefiori”. Inoltre, assolutamente succulenti sono anche i Biscotti di Sant’Antonio, dolci a forma di treccia e le Imbriachelle, ciambelle fatte con il vino.

Bolsena

Il paese per eccellenza che si affaccia su questo lago dell’Italia centrale. Un romantico borgo di epoca medievale in cui spiccano per bellezza l’antica Rocca dei Monaldeschi, e la Chiesa di San Francesco risalente al XIII secolo. Un paesino sospeso nel tempo e perfetto per una vacanza all’insegna delle spiagge, della riscoperta di mondi antichi e della cultura.

borghi sul lago di bolsena

Inevitabile che la sua cucina sia a base di pesce di acqua dolce. Particolarmente gustosi sono i filetti di persico, i lattarini le anguille, i lucci e i coregoni. Ma il territorio vanta anche un’ottima produzione di olio extravergine di oliva, di ortaggi e Vini DOC tra cui il Canuleio.

Capodimonte

Altro paesino della Tuscia viterbese caratterizzato da un paesaggio suggestivo e naturale. Il paese è dotato di un’ampia spiaggia attrezzata, ma non mancano architetture meravigliose come il Palazzo Farnese di Capodimonte costruito sulla sommità di un piccolo promontorio di origine vulcanica.

Anche in questo altro paese che si specchia sul Lago di Bolsena l’enogastronomia tipica abbraccia piatti a base di pesce di lago. In particolare si cucina in vari modi il coregone, detto anche “spigola di lago” e il lattarino, minuscolo pesce consumato principalmente fritto.

Gradoli

Un piccolo centro della provincia di Viterbo che si erge su un grande sperone tufaceo. Il paesaggio che lo circonda è ornato da ampie colline e vallate verdissime. Dal punto di vista storico sono di notevole importanza il suo Palazzo Farnese e la Collegiata Barocca di Santa Maria Maddalena.

vino bianco della tuscia

Il paese è famoso per la sua ampia produzione di vino DOC Aleatico di Gradoli, dell’Aleatico di Gradoli Liquoroso, dell’Aleatico di Gradoli Liquoroso riserva e di una grappa nobile di acquavite. Inoltre, passando da queste parti vale anche la pena assaggiare contorni a base fagioli del purgatorio e patate dell’alto viterbese IGP.

Grotte di Castro

Grotte di Castro, in provincia di Viterbo, è stato costruito su un cono vulcanico. Si trova a a circa 45 chilometri dal capoluogo laziale ed è circondato da una zona ricca di tombe etrusche. Nel suo centro storico spicca per imponenza la sua Basilica, risalente al 1625 e ancora ricca di dipinti.

enogastronomia tipica lago di bolsena

Vengono coltivati principalmente prodotti come la patata dell’alto viterbese IGP, viti e ulivi. È famoso infatti, anche per il suo olio extravergine di oliva e i suoi vini DOC e IGT. Tra i piatti caldi da assaggiare citiamo i tortelli, ai quali viene dedicata anche una sagra nella prima metà di maggio.

Latera

Latera è un’altra piccola realtà della Tuscia particolarmente deliziosa e ben tenuta. È praticamente nascosta da fitti e rigogliosi boschi che rendono il suo paesaggio particolarmente meraviglioso anche grazie alla presenza del Lago di Bolsena e il Lago di Mezzano.

castagne del lago di bolsena

Anche in questo caso il paese si lascia conoscere per la produzione di patate dell’alto viterbese IGP e per il marrone, una castagna ottima per preparare marmellate e dolci. Tra i primi piatti consigliamo il Pizzicotto, fatto con gli avanzi della pasta del pane, gettati in acqua e cotti. Mentre tra i dolci vale la pena provare il castagnolo, tipico dessert del carnevale.

Marta

Una cittadina del viterbese dotata di un grazioso porto turistico per barche a vela e a motore. D’estate è una meta particolarmente frequentata grazie al fascino del Lago di Bolsena e del paesaggio circostante. Il centro storico di Marta è di origine medievale e pullula di storia e di deliziose viuzze che si sviluppano intorno alla Torre ottagonale.

anguilla lago di bolsena

Per quanto riguarda l’enogastronomia del borgo sul Lago di Bolsena non possiamo non citare il pesce coregone, servito principalmente fritto e l’anguilla, alla brace o marinata. Degno di nota anche la Cannaiola, un vino rosso dal gusto dolce.

Montefiascone

Montefiascone è la più alta cittadina del comprensorio del Lago di Bolsena. Il borgo è particolarmente fascinoso grazie alla sua architettura prettamente medievale. Le attrazioni migliori da visitare sono:la Rocca dei Papi e il Duomo rinascimentale.

viano bianco lago di bolsena

Il paese è conosciuto in tutto il mondo per il suo vino Est! Est!!Est!!!. Un vino che ha ottenuto il riconoscimento D.O.C e caratterizzato da un colore paglierino brillante e da un sapore armonico e asciutto.

Onano

A Onano vivono circa 1000 abitanti che amano passeggiare nei vicoli e nelle piazzette del piccolo borgo medievale. Gli scorci che si possono ammirare sono incantevoli, e tra i suoi monumenti più rilevanti c’è il favoloso Palazzo dei Monaldeschi della Cervara.

lenticchie enogastronomia viterbese

L’economia del paese si basa principalmente sull’agricoltura. Tra i prodotti più coltivati troviamo le patate dell’alto viterbese IGP e la lenticchia di Onano, tonda, molto saporita e ottima sia da sola, sia come contorno.

Proceno

Il panorama che si può ammirare a Proceno è decisamente entusiasmante. La sua posizione, infatti, permette di osservare un paesaggio che va dal Monte Amiata e da Radicofani, fino alla Valle del Paglia. Il borgo è di origine medievale, anche se molte delle strutture presenti sono ormai diroccate.

aglio del lago di bolsena enogastronomia

Per quanto riguarda l’enogastronomia, questo paese vicino al Lago di Bolsena si distingue per il suo tipico aglio rosso, intenso e con un retrogusto piccante. Non manca la produzione di olio extravergine di oliva e la coltivazione della patata dell’alto viterbese IGP, perfetta per la realizzazione degli gnocchi.

San Lorenzo Nuovo

San Lorenzo Nuovo si i trova su una collina immersa nel verde a soli 5 Km dal Lago di Bolsena, e il suo centro storico si differenzia da quello di tutti i suoi paesini limitrofi. Infatti è di impronta neoclassica, con una piazza ottagonale su cui si erge la Chiesa di San Lorenzo.

gnocchi enogastronomia lago bolsena

A San Lorenzo Nuovo si viene per degustare gli gnocchi con ben quattro tipi di sugo: ragù, burro e salvia, vodka e pesto. Ma anche per assaggiare il fagiolo secondo o della stoppia, ottimo per zuppe e minestre e ricco di proteine vegetali.

Valentano

Una cittadina del viterbese situata tra il Lago Di Bolsena e il Mare della Maremma. Dal profilo tipicamente medievale, ma circondata di panorami incredibili sugli Appennini. L’attrazione principale del paese è il suo imponente Castello che fu realizzato sulle rovine di un’antica fortificazione.

ceci enogastronomia del lago bolsena

L’enogastronomia di questo paesino del circondario del Lago di Bolsena è piuttosto atipica per la zona. Si producono, infatti, molti formaggi tra cui il pecorino D.O.P. e i ceci dal solco dritto, ricchi di potassio e dalla superficie liscia e bianchiccia. Inoltre, qui vale anche la pena assaggiare il Bujone d’agnello, un secondo piatto cotto in un tegame di coccio con aglio, olio, vino, rosmarino, pomodoro e sale.

Serena Proietti Colonna

Dottore di Ricerca in Psicologia, viaggiatrice di professione, appassionata di marketing e follemente innamorata della scrittura. Condivido le mie esperienze di vita (specialmente a contatto con la natura) e le scoperte dei diversi sapori nel mio blog e in altri portali turistici. Esploro, conosco, assaggio, mi butto, vivo, sorrido, empatizzo, respiro e poi racconto avventure ed emozioni. In poche parole? Mi godo i frattempi della mia vita!

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Top